Incontro con Nino Gentile: a Montalbano Elicona approda un nuovo modo di fare arte – Coinvolti i cittadini nella realizzazione di un’opera collettiva

Opera di Nino Gentile

Incontro con Nino Gentile: a Montalbano Elicona approda un nuovo modo di fare arte – Coinvolti i cittadini nella realizzazione di un’opera collettiva

Forme e colori in una danza d’espressioni che interpretano il tempo, ben riassumono l’ennesima sperimentazione del pittore barcellonese Antonino (detto Nino) Gentile, ospite a Montalbano Elicona il 13 e 14 agosto 2015.

Nino Gentile Opera Interattiva 2015 a Montalbano Elicona

Nino Gentile

L’uomo, che ama definirsi colorista ed abile modellatore della materia, conquista la piazza dell’attuale Borgo più Bello d’Italia. L’obiettivo è creare ancora una volta un’opera attiva ed interattiva. Dar vita a una composizione, che nasca dalla stratificazione delle esperienze locali, quale maturazione di quell'”espressionismo collettivo“, che da qualche anno contraddistingue il lavoro del pittore. Da Barcellona alla zona di Pozzo di Gotto per l’edizione 2013 della “Notte Antiqua”, da Roma a Tripi, Novara e Montalbano, si diffonde un nuovo modo di concepire e fare arte. Lo spettatore diventa protagonista, non più come semplice critico, ma autore dell’opera stessa. Per l’occasione infatti, i passanti sono stati invitati a “metter mano alla tela” di 1m x 1m e lavorata in acrilico siliconato, la cui composizione è stata poi sintetizzata dall’artista.

Cuori, fiori, alberi, farfalle, provole e motivi ricorrenti, dominati dall’imponete castello, hanno ispirato la creatività di adulti e bambini nel rappresentare il paese visto da “fuori”. Il Monte Albano si mostra agli occhi delle due turiste in primo piano, come raccontava Idrisi nel XII secolo, una “rocca assai aspra a salirvi e a scendervi, ma ricca di ogni bene”. Il tutto è accompagnato da quella filosofia introspettiva, che segna le opere di Gentile. Nulla è studiato, pensato o schematizzato, ma è l’idea che suggerisce la traccia attraverso un percorso concreto d’indagine e interpretazione dell’animo umano. Luci e toni chiaroscurali esaltano la brillantezza di una composizione, che segue i cambiamenti di un dato momento.

Opera Interattiva di Nino Gentile Montalbano Elicona 2015

Opera Interattiva

Così il quadro, carico di una forte valenza sociale, è stato apprezzato dal sindaco Dott Filippo Taranto, che si ripromette di ospitare nuovamente l’artista in paese. Grande soddisfazione dello stesso Gentile, ispirato dall’entusiasmo dei 33 bambini aderenti al progetto, inconsapevoli di creare e diffondere arte. Sicché lo stesso coglie di buon grado tanto la possibilità di esporre a settembre, nei locali del Castello Svevo Aragonese, l’intera Collezione Diogene, originale interpretazione dei tarocchi siciliani, quanto quella di donare al Comune l’opera collettiva realizzata dai cittadini montalbanesi a testimonianza della sua apparteneza al territorio e la cultura locale.

Francesca Bisbano


L'autore

Francesca Bisbano

Giornalista pubblicista dal 2013, dal gennaio 2015 collabora con il comune di Montalbano Elicona per migliorarne i canali di pubblica informazione.

1 commento

Michele Sequenzia

22 Gennaio 2016 at 9:09 am

Grazie Francesca, i tuoi post sono di immenso interesse per chi ama conoscere . Grazie a te ed al tuo giornale, la saggia Amministrazione, chi ti legge apprende il passato, che illumina il presente. Ma occorre saper preservare con la massima attenzione le nostre conquiste.
Un caro abbraccio e grazie. Buon Anno!
Michele Sequenzia-Torino

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.