Riflettori puntati su Montalbano Elicona per il Premio Aci e Galatea 2015

50anni premio Aci e Galatea

Riflettori puntati su Montalbano Elicona per il Premio Aci e Galatea 2015

Argomenti :

Giovedì 4 settembre, l’onorevole Basilio Cataroso consegna in Piazza Duomo ad Acireale, il prezioso riconoscimento al Comune nebroideo

(redazione da comunicato stampa)

Nuovo traguardo per il Borgo più bello d’Italia 2015, premiato in occasione del 50esimo anniversario del Premio Aci e Galatea, nato per celebrare i “siciliani” che si sono distinti nelle loro specifiche attività a livello nazionale e internazionale.

Dal 1996 l’evento, conosciuto come “Il Premio di Acireale ai Siciliani” è organizzato da Salvatore Consoli e Riccardo Anastasi con il Comune di Acireale, la Provincia Regionale di Catania, la Regione Sicilia e vari sponsor privati, fra cui la NoeComunications Traning Gruop per l’edizione 2015. Nella spendida cornice barocca di Piazza Duomo, presente anche l’attore Palermitano Lando Buzzanca, protagonista di “Made in Italy” diretto da Nanni Loy e “i Vicerè” di Roberto Faenza. Tra i premiati invece oltre al Comune di Montalbano Elicona, borgo più bello d’Italia dell’anno, vi sono Fabrizio Pulvirenti medico italiano guarito dall’ebola, la pianista catanese Valeria Tonna, Mons. Giovanni Lanzafame Di Bartolo, la Dolfin s.p.a, la Nivarata di Acireale con il “Rito della Granita Siciliana” e il Concerto Musicale “G. Miraglia”, orchestra di fiati diretta dal maestro Salvo Miraglia.

“Montalbano è cambiato in bene. Da giugno l’apertura di tre ristoranti e circa dieci piccole imprese, hanno segnato lo sviluppo dell’economia locale”. Queste le parole, da cui trapela l’emozione del Sindaco dott Flippo Taranto nel riceve l’illustre riconoscimento, dall’onorevole Bartolo Cataroso. Ancora una volta il borgo montano, sale sul podio delle eccellenze siciliane e la promozione continua. Infatti, durante la serata presentata dal famoso Salvo La Rosa, sono stati lanciati alcuni filmati che illustrano la storia e l’architettura locale.

Aspro, ma ricco d’ogni bene, Montalbano Elicona sublima il suo aspetto più L'attore Lando Buzzanca in compagnia del sindaco di Montalbano dott Filippo Tarantotrionfale nella fortezza voluta da Federico III l’Aragonese e fonda la sua esistenza su un fitto e caratteristico tessuto urbano medievale, conservatosi in buona parte intatto. Silenzioso e pacifico, il comune definito “Tibet di Sicilia” per l’imponenza dei suoi megaliti a pochi chilometri dal centro, mette in mostra la bellezza di una Sicilia, attraversata trasversalmente da sacralità e mistero. Il premio Aci e Galatea, si presenta dunque non solo come ennesimo omaggio a quello straordinario patrimonio storico-artistico-culturale offerto dal borgo, ma anche ad una comunità, che fatto tesoro delle esperienze pregresse, sostiene pratiche innovative di investimento diretto sul territorio locale.

Ipazia88


L'autore

Francesca Bisbano

Giornalista pubblicista dal 2013, dal gennaio 2015 collabora con il comune di Montalbano Elicona per migliorarne i canali di pubblica informazione.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.