Montalbano Elicona: via al programma di Natale con la “Festa della Solidarietà tra i Popoli”

Natale a Montalbano Elicona

Montalbano Elicona: via al programma di Natale con la “Festa della Solidarietà tra i Popoli”



Dal 23 dicembre la comunità diventa protagonista della ricorrenza più amata al mondo da grandi e bambini



Tra feste, allegria ed eventi tradizionali, a Montalbano Elicona non mancheranno le occasioni per celebrare in convivialità il Natale.

Al confine tra i Monti Nebrodi e Peloritani, l’eletto “Borgo dei Borghi 2015”, chiude il 2016 con eventi finalizzati a sviluppare il senso di comunità locale. Si partirà venerdì 23 dicembre ore 19,30 con la “Festa della Solidarietà tra i Popoli”, presso la palestra comunale Don Bosco. L’evento organizzato dalla Parrocchia, punta i riflettori sulla società montalbanese, dove convivono moltissime nazionalità. Non a caso i membri di 12 paesi stranieri, sanno coinvolti in attività ludiche e artistiche diverse. Sono previsti, infatti, spettacoli di animazione, laboratori e allestimento di mercatini artigianali, cui ognuno potrà partecipare indossando un abito o un accessorio che faccia pensare a un’altra nazione. Ancora, la partecipazione alla festa offrirà la possibilità di rinnovare le adozioni a distanza, sostenute dai parrocchiani da oltre 20 anni.

Il 25 dicembre, invece, in compagnia del sindaco Taranto si torna al Fiume Elicona. Tappa l’antico Mulino Mondo, detto così perché mondo da tasse e imposte. Per l’occasione nella arcata della “cassa” sarà posto Gesù Bambino, quale segno di riappropriazione del territorio. Da troppo tempo ormai i mulini dell’Elicona giacciono in un stato di abbandono. Questo non scoraggia gli abitanti e il comune di Montalbano Elicona, che intenzionati a rivalutarne il potenziale turistico del loro patrimonio fluviale, hanno avviato un’azione congiunta per segnare, catalogare e mappare, parte dei sentieri caduti in disuso.

Da non dimenticare poi il 26 e 30 dicembre 2016 e il 6 gennaio 2017, il famoso Presepe Vivente nel quartiere Serro, che deve il nome ai ribelli “asserragliati” nella parte bassa del paese, durante la repressione Sveva del 1233. Premiato “Presepe più bello di Sicilia”, le tre serate vedranno protagonisti ben 300 figuranti e le migliori zampogne dei Nebrodi, in un ambiente rimasto quasi intatto nel tempo, che rivelerà ai visitatori tutta la magia e la bellezza dell’Italia nascosta.

Francesca Bisbano

0 Condivisioni

L'autore

Francesca Bisbano

Giornalista pubblicista dal 2013, dal gennaio 2015 collabora con il comune di Montalbano Elicona per migliorarne i canali di pubblica informazione.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.