Finanziamenti per vivere e lavorare a Montalbano: cosa prevedono le misure contro lo spopolamento

Cinque mila euro a chi si trasferisce nel Borgo dei Borghi 2015 e beni comunali in comodato d’uso gratuito e contribuiti fino a 25mila euro per l’avvio o ristrutturazione di attività economiche e culturali

Negli ultimi giorni l’intervista rilasciata dal sindaco Filippo Taranto a tv e giornali locali, sulla concessione di contribuiti a fondo perduto per vivere e lavorare a Montalbano Elicona, piccolo comune del messinese e vincitore del titolo “Borgo dei Borghi 2015“, ha destato notevole interesse.

La misura rientra nell’insieme di interventi preposti dal D.P.C.M. del 30 settembre 2021 per la ripartizione di contributi a sostegno alle popolazioni residenti nei comuni svantaggiati, norma sulla quale l’amministrazione montalbanese ha già formulato un bando sulla concessione in comodato d’uso gratuito di beni Immobili appartenenti al patrimonio comunale.

Sei immobili quali : il Caseificio in contrada Stricchiera; Palazzo Todaro nel centro storico; il Capannone artigianale in contrada Chiani; l’ex Scuola di Santa Maria; l’ex macello e il campo sportivo del quartiere Gattuso, potranno essere assegnati gratuitamente ad attività imprenditoriali, soggetti fisici e giuridici in possesso di partita IVA e iscrizione alla C.C.I.A.A, per un periodo di cinque anni.

Obiettivo è favorire la nascita di nuove attività produttive sul territorio, che spazino dalla trasformazione e commercializzazione di prodotti alimentari, ad attività culturali, dalla creazione di uffici e spazi di coworking nel centro e frazioni alla creazione di aree dedicate allo sport .

Ai candidati è richiesto il requisito dell’idoneità morale per contrarre con la Pubblica Amministrazione e che l’azienda non risulti in stato di liquidazione, insolvenza o sottoposta a procedure concorsuali. Le domande potranno riguardare un solo immobile tra quelli indicati dall’amministrazione, che provvederà alla loro ristrutturazione. L’ente pubblico coprirà anche le spese di amministrazione straordinaria e/o di adeguamento dei locali in funzione delle attività che si intenderanno sviluppare fino all’ammontare delle cifre indicate nell’avviso del 03 febbraio 2022. Rimangono, invece, a carico del beneficiario i costi di manutenzione ordinaria, di gestione, pulizia, vigilanza, nonché quelli relativi all’esercizio dell’impresa.

Termine ultimo per proporre la propria candidatura a protocollo@pec1.comune.montalbanoelicona.me.it., è il 17 gennaio 2022 ore 13,00. Il bonus per il trasferimento della residenza, invece, in assenza ancora di normativa specifica in materia, s’intende regolato dall’art 2 del D.P.C.M. 30 Settembre 2021, per cui la concessione dello stesso rimane vincolata all’acquisto e/o alla ristrutturazione di un immobile nel borgo da destinare come abitazione principale.

@Riproduzione Riservata

Francesca Bisbano

0 Condivisioni

About Francesca Bisbano

Giornalista pubblicista dal 2013, dal gennaio 2015 collabora con il comune di Montalbano Elicona per migliorarne i canali di pubblica informazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.