Riapre la Bretella Mustaffi

Da sabato 2 luglio 2022 l’arteria stradale comunale denominata “Bretella Mustaffi”, sarà accessibile a residenti, lavoratori e turisti che percorrono la Falcone-Santa Barbara

A pochi giorni dal suo insediamento a Palazzo, il neo sindaco di Montalbano Elicona l’avvocato Nino Todaro ha disposto la riapertura della “Bretella Mustaffi”.

Da mesi ormai la strada era interdetta al transito veicolare, per interventi di messa in sicurezza del piano viabile con determina dirigenziale del 13.01.2022.

Una storia lunga quanto complessa che dopo 18 anni di contenzioso amministrativo sull’esecuzione dei lavori, sembrava aver visto la luce fuori dal tunnel prima con i 384.982,73 € stanziati con il Patto per lo Sviluppo della Regione Siciliana per la sua messa in sicurezza, poi con l’inaugurazione del 21 giugno 2021 ad opera dell’amministrazione uscente.

Di fatto però, i lavori limitati alle sole aree più a rischio frane e smottamenti, avevano evidenziato forti criticità mettendo in crisi il Comune di Montalbano Elicona, che a maggio 2022 assegnava ulteriori 2900 euro alla Edilstrade s.r.l. , al fine di ripristinare la transitabilità sulla bretella mustaffi.

Oggi con ordinanza dirigenziale n 6 del 01.07.2022 vengono revocati i provvedimenti precedenti, perché l’ex strada agricola, divenuta un collegamento essenziale con la SP 110 Falcone-Santabarbara, torni ad essere bene fruibile per la collettività.

In visione di ciò, la nuova amministrazione non ha intenzione di limitarsi all’integrale ripristino del manto stradale, ma ha già disposto la progettazione di interventi per il contenimento dei movimenti franosi che normalmente interessano l’area.

Francesca Bisbano

0 Condivisioni

About Francesca Bisbano

Giornalista pubblicista dal 2013, dal gennaio 2015 collabora con il comune di Montalbano Elicona per migliorarne i canali di pubblica informazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.