Archivio: in evidenza

Feste Aragonesi 2019, diffuso su Facebook il programma ufficiale

Argomenti :

Categorie: in evidenza

Dal 16 al 18 agosto a Montalbano Elicona, la quarantesima edizione del Corteo Storico dedicato a Federico III d’Aragona, sarà caratterizzato da un ricco calendario di eventi.

Ventata di novità per le Feste Aragonesi 2019 di Montalbano Elicona, dove fervono i preparativi per l’arrivo di Re Federico. Dopo il video promo realizzato dall’amministrazione comunale sotto la direzione della Compagnia Batarnù, convocata a Palazzo per far da mediatore tra vecchi e nuovi organizzatori, arriva il programma ufficiale su Facebook.

Venerdì 16 agosto ore 11,00 ad aprire le danze saranno le visite guidate al castello e sull’altopiano dell’Argimusco (ore 17,00). Alle 21,00 il dottor Andrea Orlando nella Sala Convegni Arnaldo da Villanova, parlerà di “Stelle e Alchimia nel Medioevo” con la partecipazione del maestro Giuseppe Severini, fondatore della “Casa della Musica e della Liuteria” di Randazzo. In chiusura spettacoli di musici, acrobati e fuochisti.

Sabato 17 agosto la giornata inizierà con il Torneo LAM di Tiro con l’Arco in memoria di Angelo Casella. I partecipanti si riuniranno in Piazza Maria SS della Provvidenza alle ore 09;30 e sotto la direzione dell’A.M.A.L.A.C. (Associazione Montalbanese Arcieri Lanciatori di Asce e Coltelli) si sfideranno all’interno del borgo. A premiazione effettuata seguirà la parata di artisti rievocatori in piazza (ore 20,00), per invitare i viaggiatori alla festa del popolo che dalle ore 20,30 alle 24,00 si terrà nel cuore del centro storico.

Ultimo giorno, domenica 18 agosto, l’attenzione andrà ai più piccoli con il “Medioevo per i Ragazzi”: giochi, laboratori creativi, antichi mestieri, falconeria e molto altro ancora per vivere un entusiasmante viaggio nel tempo. Pomeriggio l’arrivo del corteo storico in Piazza alle 18,30, sarà accompagnato dall’ingresso del Re di Sicilia (ore 20,00) e completato con il percorso tra botteghe, accampamenti, aree tematiche e spazi allestiti vicino al castello.

Il legame di Federico III d’Aragona con Montalbano Elicona ha inizio negli anni della fanciullezza, quando vi sostava con la madre spostandosi da Palermo verso Messina. I motivi del suo interesse erano militari, perché Montalbano si trovava sulla linea di demarcazione tra Nebrodi e Peloritani, controllati da Ruggero di Lauria diventato fautore degli Angioini e signore di Novara e di Tripi; e salutari in quanto si dice che il re usasse le acque della Fonte Tirone per curarsi dalla gotta.

Il fatto che Federico, dopo la sua incoronazione avocò a sé vita natural durante, l’intero stato di Montalbano, dimostra in modo inconfutabile l’importanza che il paese aveva ai suoi occhi. Quelli di un uomo dotto e buono che amò eccezionalmente i siciliani, tanto da meritare d’essere amato a sua volta. Questo è quanto le Feste Aragonesi 2019 e la quarantesima edizione del Corteo Storico di Montalbano Elicona si apprestano a rievocare, perché l’evento sia sentito e condiviso fra tutti i partecipanti.

Francesca Bisbano

Programma Feste Aragonesi e Corteo Storico, proposti quest anno con il nome “Medioevo nel Borgo del Re”

Foto in evidenza di Giuseppe De Domenico


Schianto Boeing 737: il cordoglio dell’amministrazione Taranto per la morte dell’assessore Sebastiano Tusa

Categorie: in evidenza , Notizie

Sono momenti difficili, quelli che hanno seguito lo schianto
del Boeing 737, avvenuto domenica 10 marzo poco dopo il decollo da Addis Abeba. L’indomani dal disastro aereo che ha coinvolto 157 persone, la Sicilia si stringe intorno alla famiglia di Sebastiano Tusa, assessore regionale ai Beni Culturali, accertato tra le vittime dell’incidente.

Tanti i messaggi di addio sui social, dove il professore è ricordato come brillante archeologo e politico attento ai bisogni dell’isola. Autore dell’opera scientifica ” La Sicilia nella Preistoria” è stato il primo Sovrintendente del mare della Regione Siciliana. Uomo sensibile allo sviluppo dell’arte e dell’architettura dal 2004 al 2019 ha ricoperto incarichi presso le Università di Palermo, Napoli, Roma e Bologna. Di lui rimangono il pensiero, l’intelligenza, la gentilezza, la disponibilità ad ascoltare, le tante ricerche e i progetti rimasti in sospeso .

Il mondo letterario perde uno studioso militante e rigoroso, che ha dedicato gran parte della sua vita alla ricostruzione delle culture e dei rapporti fra le popolazioni del mondo antico. La politica, invece, piange un uomo “perbene” che “ha saputo associare con descrizione il ruolo di assessore ad una indiscussa professionalità”. Queste le riflessioni di Filippo Taranto, sindaco di Montalbano Elicona nell’esprimere il cordoglio al Presidente Nello Musumeci e a tutta la giunta regionale, appena appresa la notizia.

Sebastiano Tusa, intellettuale acuto e raffinato, ha visitato il comune nebroideo lo scorso ottobre, come ospite della conferenza mondiale ICHAM/ICOMOS 2018 su Argimusco. Occasione in cui il primo cittadino ha apprezzato da subito, l’umiltà e l’amore per la bellezza del compianto assessore.

In ore di lutto per le istituzioni, l’ultimo pensiero va a un grande professionista, convinto che lo sviluppo di una regione passa anche dalla corretta gestione del suo patrimonio storico-culturale e architettonico. “La morte dell’assessore Sebastiano Tusa ha impoverito tutti” commenta Taranto “nulla però potrà cancellare i ricordi e le opere, che non solo testimoniano i risultati ottenuti da un uomo che ha migliorato la Sicilia, ma anche la necessità di continuare a costruire il futuro dell’isola sulla cultura e il turismo, di cui andiamo sempre fieri, ma non siamo ancora in grado di gestire competitivamente con gli altri paesi europei”.

Francesca Bisbano


Undici scatti emozionali di Montalbano Elicona

Categorie: in evidenza

Sotto la neve, al tramonto o in pieno giorno, Montalbano Elicona, comune di 2000 abitanti in provincia di Messina, possiede una bellezza che trascende il tempo. D’impianto tipicamente medievale, il paese si caratterizza per il castello federiciano che con i suoi otto secoli di storia offre ai visitatori uno scenario unico nel suo genere.

Fra luci e ombre, Giuseppe De Domenico, appassionato di fotografia, riscopre l’Italia nascosta riproponendo vecchie e nuove fotografie, tra cui angoli inediti del “Borgo più Bello d’Italia 2015”.


Neve a Montalbano: accumuli nelle prossime 48 ore

Argomenti :

L’irruzione di aria polare arrivata sull’Italia Meridionale, Sicilia compresa, è destinata a perdurare. Le temperature in quota, già particolarmente rigide scenderanno nella giornata di venerdì 4 gennaio. Ciò determinerà un crollo dello zero termico, mentre dal Tirreno giungerà una fenomenologia intermittente, composta da congesti e cumulonembi capaci di accumulare sui Nebrodi anche 70/80 cm di neve fresca.

Allerta per i centri di Floresta, Santa Domenica, Randazzo, Vittoria, Castiglione e Montalbano Elicona, dove si prevedono fenomeni significativi per le prossime 48h. Secondo gli esperti, infatti, Montalbano rientrando in un’altimetrica prossima ai mille metri di quota potrebbe ambire a uno spessore nivometrico pari a 40/50 cm entro fine evento. Tutto dipenderà dall’intensità del vento e dalle precipitazioni che seguiranno nei prossimi giorni. Gelo e ghiaccio accompagneranno la comunità montana fino a sabato 5 gennaio, per cui si raccomanda l’uso di catene o copertoni termici al fine di non compromettere la funzionalità della circolazione stradale.

E’ inoltre sconsigliato di mettersi in viaggio in concomitanza con gli eventi nevosi intensi, se non strettamente necessario.

Francesca Bisbano

Dati diffusi dall’esperto del Sindaco di Protezione Civile, dottor Salvatore Filloramo per il Comune di Montalbano Elicona


Montalbano Elicona : Finanziata la messa in sicurezza e l’apertura della Bretella “Mustaffi”

L’opera, che rientra nel “Patto per la Sicilia” consentirà il completamento dell’intervento di messa in sicurezza di un tratto stradale essenziale per ridurre i tempi di percorrenza del collegamento con l’autostrada A-20

Finanziata la messa in sicurezza e l’apertura della bretella “Mustaffi” lungo la strada di collegamento Montalbano-Falcone. Dopo vari passaggi burocratici, arriva il via libera definitivo alla realizzazione dell’opera del Dipartimento della Protezione Civile della Regione Sicilia. Un intervento da 384.982,73 €, stanziati con il Patto per lo Sviluppo della Regione Siciliana (Patto Per il Sud) che servirà a ridurre i tempi di percorrenza del collegamento con l’autostrada A-20 fino allo svincolo di Falcone.

A renderlo noto è una comunicazione del Sindaco di Montalbano Elicona, il dottor Filippo Taranto che con la riqualificazione del Corso Principe Umberto, il restauro del Fortilizio arabo-bizantino del castello Federico II, la consolidazione del quartiere Serro i cui lavori sono ancora in corso e la ristrutturazione della Caserma dei Carabinieri, annuncia un altro importante risultato. ” Si tratta di un lavoro volto a migliorare il benessere della comunità e a creare le condizioni senza le quale non si può pensare a uno sviluppo economico del comune” ha dichiarato il sindaco, smentendo con i fatti lo scetticismo e l’ironia degli avversari politici.

Un processo che è solo all’inizio, perchè sono in fase di definizione due ulteriori finanziamenti della Città Metropolitana di Messina presso l’Assessorato Regionale alle Infrastrutture dell’importo complessivo di 3.000.000 €. Grazie a tali fondi si potrà riqualificare l’intera strada provinciale Santa Barbara- Falcone di cui Montalbano sta puntualmente seguendo l’iter procedurale, ormai in fase di conclusione.

” Un ringraziamento particolare” conclude Taranto ” va all’onorevole Bernadette Grasso, sempre pronta ad ascoltare e seguire concretamente le istanze delle amministrazioni locali, all’ingegnere Calogero Foti, Dirigente della Protezione Civile Regionale che comprendendo l’importanza e la necessità di riattivare la Bretella Mustaffi l’ha inserita, senza esitazione, nelle opere dal suo Dipartimento, all’Ufficio Tecnico del Comune di Montalbano Elicona con i suoi funzionari, per la professionalità e il ruolo che continua ad avere nel raggiungimento degli obiettivi prefissati e all’avvocato Carmelo Mobilia che con la sua determinazione ha permesso di superare l’empasse in cui il comune si trovava a causa di un contenzioso con l’impresa esecutrice dei precedenti lavori di realizzazione della bretella”.

Francesca Bisbano


Montalbano Elicona: tante le iniziative che il primo maggio animeranno il paese

Argomenti :

Categorie: in evidenza

Tra musica, sport, spettacolo e divertimento, a Montalbano Elicona si prepara un primo maggio ricco di eventi. Dalle 10,30 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 19,30

Nella splendida cornice del castello Federico II, ritornano i mitici Batarnù. Dalle 10, 30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,00, giocolieri e artisti di strada riporteranno i visitatori indietro nel tempo con improvvisazioni

 

 

 

 


Montalbano sottocastello

Maltempo in Sicilia : ondata di gelo a Montalbano Elicona

Torna il maltempo in Sicilia. Piogge abbondanti e crollo delle temperature, porteranno una nuova ondata di gelo a Montalbano Elicona.

L’inverno colpisce ancora, sicché tra oggi e domani, il freddo non darà tregua. Violenti temporali, accompagnati da grandine e sostenuti venti di maestrale, si abbatteranno su Montalbano Elicona. Nelle prossime 48h temperature in calo e gelate notturne, potrebbero avere pesanti risvolti. E’ probabile infatti che nella tarda serata di giovedì, con l’ingresso delle correnti fredde dai Balcani le cime dei monti s’imbianchino.

Venerdì, invece, sarà la giornata più fredda. Non sono da escludere nevicate con accumulo oltre i 700mt di altezza, per cui gli esperti consigliano prudenza. Al contempo l’amministrazione comunale raccomanda ai cittadini, cautela negli spostamenti sulle provinciali sp 110 e sp 113. In caso di scarsa visibilità o asfalto bagnato è bene moderare la velocità ed è bene munirsi di catene.

Si prepara una primavera glaciale.

Francesca Bisbano

 

Per maggiori dettagli strettometeo.it

 

 

 


Montalbano Elicona : Forte scirocco in arrivo per giovedì 1 marzo

“Fevraru curtu e maririttu” (Febbraio corto e maledetto) dicevano gli antichi. Le perturbazioni delle ultime ore con piogge abbondanti e deboli nevicate a Montalbano Elicona, sembrano confermare la regola.

Dopo un inverno freddo e altalenante, l’avvento di marzo coincide con l’inizio della primavera meteoreologica. Oggi, temperature in lieve aumento interesseranno il comune e buona parte dei Nebrodi, dove lo zero termico si porterà ben oltre i 2000m di quota. Complice l’arrivo dello Scirocco.

Al centro tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, si prevedono raffiche di vento tra i 70 e i 90km/h. Gli esperti raccomandano di prestare la massima attenzione e non sottovalutare i pericoli derivanti dalla cadutra di oggetti instabili e pericolanti.

Si consiglia dunque, di non sostare in prossimità di grossi alberi, cartelloni pubblicitari e pali dell’illuminazione, finchè il vento in serata non tenderà a scemare.

 

Francesca Bisbano

Per maggiori dettagli vedi :

sito istituzionale comune di Montalbano Elicona

bollettino meteo messina

 


Riunione al vertice con i Borghi più Belli d’Italia per l’approvazione della Legge sulle Montagne

Il Presidente Fiorello Primi del Club”Borghi più belli d’Italia” e l’onorevole Giovanni Ardizzone discutono al castello Federico II di Montalbano Elicona, sugli interventi e l’evoluzione del sistema di governance turistica siciliana.

 

L’ingresso del Castello

In attesa di ripresa dei lavori all’ARS per la legge sulla montagna, i borghi italiani riaprono l’argomento.

 

Sabato 22 luglio, ore 10,00, Fiorello Primi presidente del club Borghi Più Belli D’Italia, incontrerà al Castello Federico II di Montalbano Elicona Giovanni Ardizzone, presidente dell’ Assemblea Regionale Siciliana, per sostenere l’approvazione di una proposta che vuole rilanciare l’entroterra siciliano.

 

Il progetto firmato dai deputati Marziano, Barbagallo, Di Pasquale, Maggio, interessa più di 200 comuni montani e prevede l’istituzione delle “zone franche montane“, soggette a particolari regimi fiscali. Contro l’emigrazione, lo spopolamento progressivo e il ristagno delle attività economiche, il ddl 981/2015 dispone l’istituzione di un Fondo Unico per la Montagna aggiuntivo a quello ordinario degli Enti locali e misure tendenti a favorire l’acquisto e la ristrutturazione di immobili da destinare a prima abitazione, per coloro che trasferiscono la propria residenza e dimora attuale in un comune montano.

 

A sostegno delle attività agricole e zootecniche, quali strumenti di consolidamento della presenza antropica nei territori montani, il documento detta misure d’innovazione e politiche a favore dei giovani, con l’attivazione di servizi di supporto per le start-up innovative. Non meno importante la tutela dei prodotti tipici a marchio DOP, che dovranno essere inseriti in un apposito Albo tenuto presso l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura.

 

La legge sulle montagne pone poi attenzione allo sviluppo turistico locale. In particolare l’art. 13 disciplina il ricorso a specifiche intese per il recupero delle stazioni ferroviarie disabilitate o non presidiate. Queste potranno essere concesse in comodato d’uso ad associazioni di volontariato, per farne presidi di protezione civile, punti di informazione turistica, centri di educazione ambientale o sportelli per il cittadino.

 

In occasione dell’evento patrocinato dal Comune di Montalbano Elicona, dopo i saluti istituzionali del sindaco Filippo Taranto : Salvatore Bartolotta Coordinatore Regionale dei Borghi Più Belli D’Italia, Filippo Grasso Consulente Assessorato Regionale del Turismo e Antonio La Spina Presidente UNPLI (Unione Nazionale Proloco D’Italia) interverranno sulle linee guida del DMO in Sicilia. L’acronimo che sta per Destination Management Organization, indica un modello logistico di strutture e servizi, per la gestione di destinazioni turistiche atte a rafforzare attraverso l’accoglienza, la promozione e l’informazione le risorse delle varie identità territoriali.

Modera il Dottor Giuseppe Simone.

 

Redazione da Comunicato a cura di Francesca Bisbano