Maltempo in Sicilia : ondata di gelo a Montalbano Elicona

  • 0

Maltempo in Sicilia : ondata di gelo a Montalbano Elicona

Torna il maltempo in Sicilia. Piogge abbondanti e crollo delle temperature, porteranno una nuova ondata di gelo a Montalbano Elicona.

L’inverno colpisce ancora, sicché tra oggi e domani, il freddo non darà tregua. Violenti temporali, accompagnati da grandine e sostenuti venti di maestrale, si abbatteranno su Montalbano Elicona. Nelle prossime 48h temperature in calo e gelate notturne, potrebbero avere pesanti risvolti. E’ probabile infatti che nella tarda serata di giovedì, con l’ingresso delle correnti fredde dai Balcani le cime dei monti s’imbianchino.

Venerdì, invece, sarà la giornata più fredda. Non sono da escludere nevicate con accumulo oltre i 700mt di altezza, per cui gli esperti consigliano prudenza. Al contempo l’amministrazione comunale raccomanda ai cittadini, cautela negli spostamenti sulle provinciali sp 110 e sp 113. In caso di scarsa visibilità o asfalto bagnato è bene moderare la velocità ed è bene munirsi di catene.

Si prepara una primavera glaciale.

Francesca Bisbano

 

Per maggiori dettagli strettometeo.it

 

 

 


  • 0

Montalbano Elicona : Forte scirocco in arrivo per giovedì 1 marzo

“Fevraru curtu e maririttu” (Febbraio corto e maledetto) dicevano gli antichi. Le perturbazioni delle ultime ore con piogge abbondanti e deboli nevicate a Montalbano Elicona, sembrano confermare la regola.

Dopo un inverno freddo e altalenante, l’avvento di marzo coincide con l’inizio della primavera meteoreologica. Oggi, temperature in lieve aumento interesseranno il comune e buona parte dei Nebrodi, dove lo zero termico si porterà ben oltre i 2000m di quota. Complice l’arrivo dello Scirocco.

Al centro tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio, si prevedono raffiche di vento tra i 70 e i 90km/h. Gli esperti raccomandano di prestare la massima attenzione e non sottovalutare i pericoli derivanti dalla cadutra di oggetti instabili e pericolanti.

Si consiglia dunque, di non sostare in prossimità di grossi alberi, cartelloni pubblicitari e pali dell’illuminazione, finchè il vento in serata non tenderà a scemare.

 

Francesca Bisbano

Per maggiori dettagli vedi :

sito istituzionale comune di Montalbano Elicona

bollettino meteo messina

 


  • 0

VIABILITA’ AL COLLASSO, ALLARME DEL SINDACO DI MONTALBANO ELICONA

Condannate al totale abbandono, le strade di collegamento verso Montalbano Elicona sono un susseguirsi di buche e smottamenti che mettono a repentaglio la sicurezza degli automobilisti. Buche cadute nel dimenticatoio come le ripetute richieste di intervento, sollevate dal comune agli organi competenti.

Sotto la lente d’ingradimento sono le provinciali SP 110, SP 115 e SP 112. Di fatto le tre arterie stradali subiscono il lento e inesorabile logorio del tempo, per l’assenza di manutenzione ordinaria. Una situazione che, come scrive il sindaco Filippo Taranto in una lettera indirizzata al presidente della Regione on Nello Musumeci, al prefetto di Messina Francesca Ferrandino e al Commissario Straordinario della Città Metropolitana di Messina Francesco Concetto Calanna, non è più tollerabile.

Nel 2015 con l’elezione del “Borgo dei Borghi ” e il 27 dicembre scorso con la proiezione del docufilm “L’isola Felice” di Eugenio Manghi a GEO&GEO, Montalbano Elicona è riuscito a generare un forte interesse mediatico verso il territorio dei Nebrodi. Al contempo con il castello federiciano al terzo restauro, il borgo di pietra d’impianto tipicamente medievale, la riserva orientata del Bosco di Malabotta, i Megaliti di Argimusco, le Tholos, l‘Elicona e la genuinità dei prodotti locali, il paese rappresenta un’eccellenza nei circuiti del turismo sostenibile.

E se ciò spinge l’economia in zone che fino a pochi anni fa erano appannaggio di pochi, non interessa le gerarchie provinciali. Montalbano è un centro turistico, ma anche un paese montano che soffre la lontananza dal mare, un luogo dove i servizi andrebbero garantiti non inibiti. Per di più il deficit delle infrastrutture, come si legge nel documento pubblicato da Taranto, soffoca le attività imprenditoriali e favorisce fenomeni migratori legati all’impossibilità dei pendolari di percorrere in sicurezza le vie di collegamento con i centri costieri.

Non si può attendere oltre. Il comune ha colto tempestivamente le opportunità offerte dal piano di sviluppo regionale, con la presentazione di due progetti: l’uno relativo ai lavori di sistemazione dell’ex strada agricola Falcone-Santa Barbara, l’altro aninterventi di ammodernamento e messa in sicurezza per il miglioramento della percorribilità della SP110 montalbanese, ma ancora non si hanno notizie sullo stato della loro effettiva attuazione.

Così gli amministratori di Montalbano Elicona lanciano un appello agli organi di stampa locale, perché “altra alternativa non rimane” sottolinea il sindaco ” se non quella di ricorrere a proteste eclatanti, sfruttando con altrettanta tenacia la capacità mediatica dimostrata, per la promozione del territorio”.

 

Francesca Bisbano


  • 0

Quarta Giunta Crocetta: Barbagallo per Li Calzi, forte il sostegno del Comune di Montalbano Elicona

Il Sindaco Taranto ringrazia l'ex-assessore, per il lavoro svolto durante il mandato

Montalbano Elicona Sicilia

Dopo quasi due giorni di attese, riflessioni, telefonate e intese, che hanno indotto il presidente Rosario Crocetta ad annunciare la nuova squadra di governo, il pensiero del sindaco dottor Filippo Taranto va all’ex assessore Turismo Sport e Spettacolo Regione Sicilia, Cleo Li Calzi.

Una collaborazione, iniziata il 21 dicembre 2014, quando la Li Calzi da poco insediatasi a Palazzo dei Normanni, contattava personalmente l’amministratore del piccolo comune. “Non conoscevo l’assessore, nè tanto meno avevo chiesto niente a nessuno. Avevo solo presentato un’istanza e quella fu l’occasone, perché lei annunciasse la collabborazione dell’Assessorato Regionale con la politica avviata sul nostro territorio. Qualcosa stava cambiando e in meglio, sicché da allora la figura di Cleo Li Calzi è diventata per me, come per altri sindaci siciliani, un punto di riferimento valido e concreto.”
Sono queste le parole con cui il dott Filippo Taranto descrive la partecipazione e il dialogo continuo, che in questi mesi hanno caratterizzato i rapporti con la Regione Sicilia.

Se oggi Montalbano è il Borgo più Bello d’Italia e continua a ricevere riconoscimenti, dal premio “Aci e Galatea” al prestigioso Swiss Tourism Awards 2015 per la 13esima edizione del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze; se oggi il paese attira l’attenzione di visitatori e tv da tutto il mondo, da TV2000, alla Rai alla BBC e fa rete con Novara di Sicilia, Savoca, Castroreale, Castiglione, San Marco D’Alunzio e gli altri borghi siciliani, il merito è anche di Cleo Li Calzi.

Credibilità, sinergia non solo con i vari asessorati, ma prima di tutto con le piccole realtà locali, sfida e voglia di reinvestire sull’immagine dell’isola hanno segnato il lavoro della Li Calzi, che si pone come metodo e monito per il futuro. Dalle citta delle Terme al Festival dei Borghi, dalla politica dell’Albergo diffuso, con forme di accoglienza a basso impatto ambientale, ai Cammini Religiosi in Sicilia, si è puntato a ridisegnare il volto della Sicilia, darle valore proponendo il turismo come dato centrale della sua economia. Ancora dal rilancio della cultura artistico-musicale e teatrale alle nuove strategie di marketing e riorganizzazione della spesa pubblica, si è cercato di promuovere varie, diverse ed insolite mete, che a tutti i livelli e in tutti i possibili siti, rappresentano i più grandi e duraturi traguardi del contesto in cui sono inserite.

Fiducioso che il neo nominato assessore Barbagallo, segua la scia di un lavoro ben avviato, il sindaco Taranto, ringrazia ancora una volta la Dottoressa Li Calzi. Unendosi al coro di colleghi, amici e siciliani, che in queste ore sui social esprimono delusione e rammarico per la mancata conferma, il messaggio del primo cittadino è quello di continuare lungo la via intrapresa. In un modo o nell’altro l’importante è non perdere di vista il territorio, sperando così di avere la Li Calzi vicina in altre occasioni.

Francesca Bisbano


  • 0

Cleo Li Calzi in visita ufficiale a Montalbano Elicona

Nuove occasioni per “vivere il proprio territorio" e piani di sviluppo del turismo relazionale, ritornano al centro del dibattito nel Borgo più Bello d'Italia.

(redazione da comunicato stampa)

Domenica 30 agosto 2015, l’incontro ufficiale con Cleo Li Calzi Assessore Regionale allo Sport, Spettacolo e Turismo, presso i locali del Castello Svevo Aragonese. Oggetto della conferenza sarà la presentazione dell’iniziativa promossa dal medesimo assessorato sui Borghi di Sicilia e d’Italia, come attrattiva e destinazione turistica tutto l’anno.

Quella che nel 2001 con l’omonimo Club, nasceva come iniziativa mirata alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico, culturale ed ambientale dei piccoli centri italiani, incontra la nuova politica di marketing-territoriale. I dati ISTAT dimostrano, come cresca sempre più la domanda di turismo relazionale e in quest’ottica i nostri borghi, rappresentino sempre più un’offerta qualificata. La storia, l’arte, le tradizioni, la cucina e il folclore popolare, quanto il recupero di antichi percorsi paesaggistici, sentieri montani e collinari, permettono di creare percorsi personalizzati, atti a soddisfare ogni tipo di esigenza. L’obiettivo è integrare il turista, “trattenendolo” nel territorio non più solo come visitatore, ma anche come parte della comunità ospitante.

Tutto questo verrà approfondito nell’appuntamento con l’assessore Li Calzi, cui verrà consegnata una targa di ringraziamento, tanto per aver sostenuto Montalbano Elicona durante il concorso televisivo “Borgo dei Borghi 2015”, quanto come protagonista di un circuito tematico integrato, che attraversa e coinvolge tutti i borghi siciliani.

Gangi, Petralia Soprana, Geraci, Sperlinga, Cefalù, Sutera, Sambuca, Novara di Sicilia, San Marco d’Alunzio, Montalbano Elicona, Castroreale, Castelmola, Savoca, Castiglione di Sicilia, Palazzolo Acreide, Monterosso Almo, Ferla ed Erice, dal 3 settembre al 3 dicembre in occasione del X Festival dei Borghi Italiani, saranno infatti al centro di una serie di iniziative per destagionalizzare l’offerta turistica siciliana e trasformare il visitatore in ospite, sempre più partecipe delle risorse locali.

Ipazia88

Sicilia Borghi