Giuseppe Di Tommaso, inviato RAI di “La Vita In Diretta” arriva a Montalbano Elicona, per parlare di storia, turismo ed economia locale

Giuseppe Di Tommaso, inviato RAI di “La Vita In Diretta” arriva a Montalbano Elicona, per parlare di storia, turismo ed economia locale

Domenica 22 novembre 2015 la promozione TV nel Borgo più Bello d'Italia continua
Giuseppe Di Tommaso RAI Radio Televisione Italiana

“RAI Uno torna a Montalbano Elicona. A breve le telecamere de La Vita In Diretta saranno nel Borgo dei Borghi 2015”, ha annunciato sui social il sindaco dottor Filippo Taranto.
Domenica 22 novembre 2015 il comune di Montalbano si prepara a ricevere l’arrivo di Giuseppe Di Tommaso, inviato speciale RAI uno, per parlare di storia, cibo e tradizioni locali.

In programma tre interviste, che sullo sfondo della Regiae Aedes di Federico III d’Aragona, aiuteranno a capire come è cambiata negli anni l’economia del paese. Il primo cittadino, che farà gli onori di casa, svelerà ai telespettatori il successo del borgo e quali i punti forti degli investimenti futuri. Soddisfatto Taranto dichiara : “La vittoria dello scorso 6 aprile, con cui Montalbano ha ottenuto il titolo di Borgo più Bello d’Italia, continua sicuramente a dar visibilità al paese, ma ciò che lo rende speciale è come appare a residenti e turisti. Semplice e genuino Montalbano è lontano dal mondo globalizzato delle grandi capitali del turismo e con poco, chiunque vi può ritrovare lo spirito della tradizione siciliana”.

Naturalità a parte, dall’elezione le iniziative in paese si sono moltiplicate, non solo nel tentativo di destagionalizzare l’offerta ludica con eventi e manifestazioni a tema, quali il Solstitium, la Festa D’Autunno, il Borgusto o il Mistico Fest, ma anche di promuovere l’artigianato locale come il programma laboratoriale “FAttività” di Medioexpo a cura della dottoressa Graziella Milazzo e Katia Foti o le Tessiture di Paola Floramo. Molte attività di ristorazione hanno riaperto, altre si sono da poco formate. Imprenditori e allevatori mirano a migliorare sempre più l’offerta dei loro prodotti e ci si sta impegnando a potenziare i servizi di accoglienza turistica.

Questi insieme alle vicende di casa Aragona, rievocate ogni anno con le Feste Aragonesi di metà Agosto, agli antichi mestieri del Presepe Vivente, alle leggende che rendono Montalbano ancora più tipico, saranno gli argomenti trattati per l’occasione. Non mancheranno poi gli spazi dedicati ai prodotti locali, dalla provola sfoglia agli introvabili “biscotti a cimino”, dall’olio verdello di Braidi al pane, le nocciole e i dolci di Montalbano, quelli dedicati al dialetto, ai detti e le curiosità del posto.

Ancora una volta è indispensabile la partecipazione di tutti, giovani e adulti, poiché la realizzazione del servizio richiede la presenza di circa 15 figuranti adulti in abiti storici e 5 pastorelli viventi (maggiorenni) da inserire nelle inquadrature, nonché un gruppo folcloristico con repertorio tradizionale siciliano o dialettale per allietare scene e battute.

Il sindaco invita dunque la cittadinanza ad intervenire presso il Castello Svevo Aragonese, domenica 22 novembre 2015 a partire dalle 10,30.

Francesca Bisbano


Ultimo appuntamento per “Eco e Slow i Borghi del Gusto” a Montalbano Elicona, con la Rai e Festa d’Autunno

Il 7 e l’8 novembre 2015 tutti nel Borgo più Bello d’Italia per Borgusto e Festa d’Autunno, le riprese di “Via dalla Pazza Folla” e il concerto finale “Festa Abballu” dei LassatilAbballariA Conti Fatti-La parola a Voi

Dallo storico “Bar Vitelli” dove nel 1972 Michael Corleone (Al Pacino) chiedeva la mano d’Apollonia, alla riscoperta del percorso naturalistico di Lady Chatterly, dal mito di Artemisia e Castroneo, all’antica città di Noa, alla ribattezzata municipalità di Aluntium, il viaggio del “gusto” si chiude nel Borgo più Bello D’Italia.

Due appuntamenti, il 7 e l’8 novembre 2015, per l’evento più atteso del mese. Tante novità a Montalbano Elicona, dove la prima giornata del cartellone prevede l’arrivo della televisione italiana. Dopo “Sicily with Aldo and Enzo” della BBC, ora tocca al programma di Elisa Isoardi “A Conti Fatti, la Parola a Voi“, in onda tutti i giorni sui Raiuno dalle 11.10 alle 11.54.
Musica, storia, scienza e divertimento riempiranno il singolare fine settimana, dedicato ai giovani e non. Alle riprese della troupe Rai, previste la mattina del 7 novembre 2015, per “Via dalla Pazza Folla” il titolo in copione, seguiranno i racconti degli anneddoti e della storia locale. Sindaco e ragazzi guideranno gli operatori tv alla scoperta del piccolo borgo, tra la gioia e l’allegria che precedono l’avvento delle feste natalizie.

Come sottolinea il primo cittadino, dottor Filippo Taranto, l’obiettivo è sfruttare l’occasione per raggiungere nuovi traguardi. Ora come in futuro è importante continuare a percorrere la strada intrapresa, perchè il turismo parte dai residenti, dalla loro capacità d’essere felici e dalla cura che hanno verso la terra che abitano. La realizzazione della rubrica cade per altro in coincidenza con la Festa d’Autunno, patrocinata dal Comune e l’Associazione Rievocazioni Storico Religiose, nel corso della quale saranno allestiti banchetti e degustazioni di tipicità culinarie locali. Durante le riprese tra esibizioni in costume e gli intermezzi musicali del maestro Giuseppe Severini, si parlerà anche di simboli scaramantici, usanze di fine anno e di come trascorrere il Capodanno.

A seguire: nel pomeriggio il Laboratorio e il Teatro del Gusto sull’olio verdello di Braidi e la Nocciola di Montalbano, a cura della dottoressa Carmen Simone e Saro Gugliotta presidente Slow Food Messina; la sera gli spettacoli di Antonio Smiriglia e I Cantori della Tradizione, con “Festa Abballu” dei LassatilAbballari, sui motivi di antiche danze tradizionali.

In seconda battuta, domenica 8, le Associazioni A.G.I.M. e AGORA’ proporranno dalle ore 10,00 alle ore 18,00 il Borgusto. Gli assaggi e le consumazioni di porchetta, fagioli, formaggi e altre prelibatezze montane, saranno precedute dalla dimostrazione della lavorazione della Provola Sfoglia ed accompagnate dall’animazione musicale dei “Siculanti” e dal mandolino di Sebastiano Cuttone.

Attraverso il cibo si apre ancora una volta una vetrina sulle piccole realtà siciliane. Dall’unico, il particolare, l’eccezionale che può essere trovato solo a Savoca, Castroreale, Novara di Sicilia, Castelmola, San Marco d’Alunzio e Montalbano Elicona, per questa tornata, le possibilità di spaziare sono davvero infinite. Singole risorse, diventano tante e insieme costruiscono un circuito, che alletta Siciliani e non, perchè i Borghi Eco e Slow, sono i luoghi dove i ritmi del tempo scorrono lenti, seguendo il respiro dell’anima.

Francesca Bisbano

Festa d'Autunno Montalbano Elicona 2015