Quarta Giunta Crocetta: Barbagallo per Li Calzi, forte il sostegno del Comune di Montalbano Elicona

Quarta Giunta Crocetta: Barbagallo per Li Calzi, forte il sostegno del Comune di Montalbano Elicona

Il Sindaco Taranto ringrazia l'ex-assessore, per il lavoro svolto durante il mandato

Montalbano Elicona Sicilia

Dopo quasi due giorni di attese, riflessioni, telefonate e intese, che hanno indotto il presidente Rosario Crocetta ad annunciare la nuova squadra di governo, il pensiero del sindaco dottor Filippo Taranto va all’ex assessore Turismo Sport e Spettacolo Regione Sicilia, Cleo Li Calzi.

Una collaborazione, iniziata il 21 dicembre 2014, quando la Li Calzi da poco insediatasi a Palazzo dei Normanni, contattava personalmente l’amministratore del piccolo comune. “Non conoscevo l’assessore, nè tanto meno avevo chiesto niente a nessuno. Avevo solo presentato un’istanza e quella fu l’occasone, perché lei annunciasse la collabborazione dell’Assessorato Regionale con la politica avviata sul nostro territorio. Qualcosa stava cambiando e in meglio, sicché da allora la figura di Cleo Li Calzi è diventata per me, come per altri sindaci siciliani, un punto di riferimento valido e concreto.”
Sono queste le parole con cui il dott Filippo Taranto descrive la partecipazione e il dialogo continuo, che in questi mesi hanno caratterizzato i rapporti con la Regione Sicilia.

Se oggi Montalbano è il Borgo più Bello d’Italia e continua a ricevere riconoscimenti, dal premio “Aci e Galatea” al prestigioso Swiss Tourism Awards 2015 per la 13esima edizione del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze; se oggi il paese attira l’attenzione di visitatori e tv da tutto il mondo, da TV2000, alla Rai alla BBC e fa rete con Novara di Sicilia, Savoca, Castroreale, Castiglione, San Marco D’Alunzio e gli altri borghi siciliani, il merito è anche di Cleo Li Calzi.

Credibilità, sinergia non solo con i vari asessorati, ma prima di tutto con le piccole realtà locali, sfida e voglia di reinvestire sull’immagine dell’isola hanno segnato il lavoro della Li Calzi, che si pone come metodo e monito per il futuro. Dalle citta delle Terme al Festival dei Borghi, dalla politica dell’Albergo diffuso, con forme di accoglienza a basso impatto ambientale, ai Cammini Religiosi in Sicilia, si è puntato a ridisegnare il volto della Sicilia, darle valore proponendo il turismo come dato centrale della sua economia. Ancora dal rilancio della cultura artistico-musicale e teatrale alle nuove strategie di marketing e riorganizzazione della spesa pubblica, si è cercato di promuovere varie, diverse ed insolite mete, che a tutti i livelli e in tutti i possibili siti, rappresentano i più grandi e duraturi traguardi del contesto in cui sono inserite.

Fiducioso che il neo nominato assessore Barbagallo, segua la scia di un lavoro ben avviato, il sindaco Taranto, ringrazia ancora una volta la Dottoressa Li Calzi. Unendosi al coro di colleghi, amici e siciliani, che in queste ore sui social esprimono delusione e rammarico per la mancata conferma, il messaggio del primo cittadino è quello di continuare lungo la via intrapresa. In un modo o nell’altro l’importante è non perdere di vista il territorio, sperando così di avere la Li Calzi vicina in altre occasioni.

Francesca Bisbano


X Edizione del Festival dei Borghi Italiani: quali prospettive per Montalbano Elicona?

L’incontro di domenica con l’assessore Li Calzi apre la riflessione, verso nuove forme d’investimento e promozione locale a lungo termine

Incontro con l'assessore Cleo Li Calzi Montalbano Elicona 2015

Affermare un’offerta di turismo relazionare rivolta a tutti i territori, che vedono crescere iniziative di ospitalità diffusa e promozione di percorsi d’integrazione del turista-visitatore, è il tema del X Festival dei Borghi italiani.

Cinque sezioni di attività, che si snoderanno in tre mesi a partire dal 3 settembre all’8 novembre 2015 nei comuni di Petralia Soprana, Gangi,Geraci, Sperlinga, Sambuca, Cefalù,Sutera, Novara di Sicilia, San Marco d’Alunzio, Montalbano Elicona, Castroreale, Castelmola, Savoca e Castiglione di Sicilia, con la partecipazione della Regione Sicilia per coordinare le proposte elaborate dal territorio, si propongono come “metodo” volto ad affermare la nuova offerta di turismo relazionale.

Il Festival annunciato durante l’incontro ufficiale con l’assessore regionale al Cleo Li Calzi spiega ad una bimba l'origine del condotto sotto la sala delle armi al castelloTurismo, Sport e Spettacolo Cleo Li Calzi domenica 30 agosto 2015 al castello svevo aragonese di Montalbano, conduce alla riflessione.
“Fin ora ci siamo fregiati di un’etichetta : “siamo ospitali” però il popolo ospitale deve organizzare una comunità che accoglie e permetta di accorciare quella distanza tra la Sicilia e L’italia” ha osservato la Li Calzi, invitando i presenti ad abbattere gli ostacoli, che si frappongono tra offerente e visitatore. Ancora è importante motivare il turista, favorirne la permanenza, perché il rapporto tra costi e qualità della vacanza, si risolva a favore di quest’ultima.

Difficoltà a parte è essenziale sviluppare il concetto di “comunità allargata”, così il paese dove i residenti hanno fatto dell’accoglienza il loro stendardo, sposa perfettamente la scelta operata dalla regione. In sinergia con il progetto di rilancio turistico dell’Isola, quella dei Borghi sarà la prima tappa di un lungo cammino, che dia nuova credibilità all’iniziative intraprese.
Si inquadra così lo stesso Mistico Fest, che incontra il plauso e l’appoggio del Governo Regionale. La rassegna multidisciplinare ispirata al sacro nelle sue diverse declinazioni : musica, cinema, teatro, letteratura e performing arts, dal 5 al 7 dicembre 2015, vuole essere lo strumento per porre in essere una serie di elementi trainanti sul piano dell’offerta locale.

Cleo Li Calzi Promuove il Mistico FestIl sistema, che per altro si autofinanzia e mira a riappropriarsi del territorio, è il migliore esempio di paterniship tra pubblico e privato. L’obiettivo infatti, emerso nel confronto con l’assessore Li Calzi, è quello di sostenere non più l’ottica del “chiedere per avere”, ma del “fare per produrre inisieme risultati a lungo termine”. Così il Mistico Fest, come l’idea di lanciare “I presepi Viventi dei Borghi Italiani” sostengono l’eccellenza siciliana. Storia, arte, tradizioni e tutto il fascino che la Sicilia, può esercitare raccontando se stessa, diventa l’investimento migliore non solo per dar voce a nuove forme di partecipazione sociale, ma anche per ispirare la creatività e incoraggiare le energie che contribuiscono al progresso materiale e spirituale della collettività.

Ipazia88


Cleo Li Calzi in visita ufficiale a Montalbano Elicona

Nuove occasioni per “vivere il proprio territorio" e piani di sviluppo del turismo relazionale, ritornano al centro del dibattito nel Borgo più Bello d'Italia.

(redazione da comunicato stampa)

Domenica 30 agosto 2015, l’incontro ufficiale con Cleo Li Calzi Assessore Regionale allo Sport, Spettacolo e Turismo, presso i locali del Castello Svevo Aragonese. Oggetto della conferenza sarà la presentazione dell’iniziativa promossa dal medesimo assessorato sui Borghi di Sicilia e d’Italia, come attrattiva e destinazione turistica tutto l’anno.

Quella che nel 2001 con l’omonimo Club, nasceva come iniziativa mirata alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico, culturale ed ambientale dei piccoli centri italiani, incontra la nuova politica di marketing-territoriale. I dati ISTAT dimostrano, come cresca sempre più la domanda di turismo relazionale e in quest’ottica i nostri borghi, rappresentino sempre più un’offerta qualificata. La storia, l’arte, le tradizioni, la cucina e il folclore popolare, quanto il recupero di antichi percorsi paesaggistici, sentieri montani e collinari, permettono di creare percorsi personalizzati, atti a soddisfare ogni tipo di esigenza. L’obiettivo è integrare il turista, “trattenendolo” nel territorio non più solo come visitatore, ma anche come parte della comunità ospitante.

Tutto questo verrà approfondito nell’appuntamento con l’assessore Li Calzi, cui verrà consegnata una targa di ringraziamento, tanto per aver sostenuto Montalbano Elicona durante il concorso televisivo “Borgo dei Borghi 2015”, quanto come protagonista di un circuito tematico integrato, che attraversa e coinvolge tutti i borghi siciliani.

Gangi, Petralia Soprana, Geraci, Sperlinga, Cefalù, Sutera, Sambuca, Novara di Sicilia, San Marco d’Alunzio, Montalbano Elicona, Castroreale, Castelmola, Savoca, Castiglione di Sicilia, Palazzolo Acreide, Monterosso Almo, Ferla ed Erice, dal 3 settembre al 3 dicembre in occasione del X Festival dei Borghi Italiani, saranno infatti al centro di una serie di iniziative per destagionalizzare l’offerta turistica siciliana e trasformare il visitatore in ospite, sempre più partecipe delle risorse locali.

Ipazia88

Sicilia Borghi


Montalbano Elicona

Note d’autore

All’indomani dalla conclusione della sfida “Il Borgo dei Borghi 2015”, indetta lo scorso febbraio da Rai3, l’entusiasmo per la vittoria di Montalbano Elicona, borgo Siciliano di circa 2500 abitanti, continua ad infiammare gli animi del web.

Grande la gioia e l’esultanza da ogni parte della Sicilia, che per il secondo anno consecutivo, riconquista il punto più alto del podio. Grande l’amore e l’interesse mostrato verso un “luogo dimenticato” e che già in prima contesa era dato per vinto. Grande la voglia d’agire compatti, perché di Sicilia si parli con orgoglio e passione. Basta sottolineare i soli disagi è tempo d’agire uniti e compatti, perché le debolezze diventino nuovi punti di forza.  Cresce più che mai tra i Montalbanesi, i Siciliani, gli Italiani tutti l’intento mettersi in gioco, perché la sfida è solo all’inizio. I borghi sono una comune risorsa e quello che per Montalbano oggi è un sogno, domani si spera sia un trampolino di lancio.

Molte le iniziative in cantiere, tante le proposte dei giovani e degli organizzatori, che in questa avventura non hanno mai vacillato. Montalbano Elicona sia apre all’Italia, perché quello ottenuto non sia un semplice fregio, ma garanzia di rilancio sociale. Ora più che mai c’è bisogno d’idee, talenti e comuni intenti, perché è con l’intelligenza ed il lavoro di squadra che si vincono le competizioni più ardue.

Grazie a chi a sostenuto e sosterrà sempre Montalbano, grazie a chi ha lavorato duramente per contribuire al progresso materiale e sociale di una comunità che ancora ha molto da imparare. Grazie Sicilia per aver creduto in te stessa, grazie Italia per aver concesso al comune fiducia. Grazie ragazzi, utenti del web, testate piccole e grande, tv, radio, istituzioni locali e regionali. Grazie Assessore Cleo Li Calzi che ami e credi in una Sicilia migliore. Grazie cittadino che hai dato il “tuo voto quotidiano”. Grazie a chi non è stato menzionato. Grazie a chi ha indetto il concorso e chi vi ha preso parte. Grazie amici che avete sognato con noi.

Grazie a tutti, squalificati e non. Con l’augurio che questo sia un anno di successi ed investimenti per tutti! Amici italiani, continuate a credere nel vostro paese, poiché finché lo farete non ci saranno né vinti o vincitori, ma solo 40 gioielli italiani. Vi aspettiamo numerosi a Montalbano Elicona.

Francesca Bisbano