Ponte dell’immacolata nei Borghi più Belli d’Italia

Ponte dell’immacolata nei Borghi più Belli d’Italia

Argomenti :

Categorie: Notizie

Mostre, mercatini e presepi a Montalbano Elicona, Milazzo, Novara di Sicilia e Castroreale per “C’era una volta il borgo”

 

Ponte dell’immacolata ricco di appuntamenti per Montalbano Elicona, Novara di Sicilia, Castoreale e Milazzo. I quattro Borghi più Belli d’Italia avviano la stagione natalizia con “C’era una volta il borgo”, l’evento dedicato alla scoperta della storia e della tradizione locale.

Dal 8 al 10 dicembre la splendida fortezza del castello di Milazzo promuove mostre e visite guidate che riportano indietro nel tempo. Castroreale offre animazioni alla torre Federico II e degustazioni di prodotti enogastronomici a km zero. Novara presenta il presepe “n’tè scarò ru Buttiscu” (presepe nella scalinata del Bottesco), mentre Montalbano Elicona punta sull’artigianato e lo street food del quartiere albergo.

Tra musiche, spettacoli e divertimento, non mancheranno le escursioni in natura dell’associazione PFM al Bosco di Malabotta e ai Megaliti dell’ Argimusco venerdì 8 dicembre, alla Rocca Salvatesta sabato 9 dicembre, a Capo Milazzo e a Castroreale in località Tre Pizzi domenica 10 dicembre. Esclusive la dimostrazione della lavorazione dei maccheroni e del riso nero a Castroreale, le passeggiate in costume medievale e l’accensione di candele nel borgo a Montalbano Elicona per ricreare l’atmosfera medievale, la pista di ghiaccio a Milazzo e la polenta condita con il sugo di maiale a Novara di Sicilia.

Tante novità attendono i borghi più belli d’Italia, perché il Natale 2017 sia ancora più magico e ricco di emozioni.

F.B.

In allegato i programmi dettagliati dei quattro comuni aderenti all’iniziativa.

 


Montalbano Elicona

CON PIETRANGELO BUTTAFUCO MONTALBANO AVVIA IL PROGRAMMA DI AGOSTO

Al castello Federico II, via alla festa di agosto con la presentazione spettacolo di brani tratti dal libro “I baci sono definitivi”

 

“Gli amori dai quali ci si lascia trasportare sono gli amori gracili, momenti di vita che non sono giorni o notti ma istanti senza struggimenti, senza sfinimenti ma sempre affamati e insaziabili. E come ieri – nel viaggio della metropolitana da Battistini a Lepanto – tra i pendolari aggrappati al corrimano, ci sono Ghoethe e Charlotte. Lei ha fame, lui non più. Il mese di marzo porta linfa. Suggerisce ciò che c’è da suggerire. E lei dice a lui “Ti restituisco i baci, terrò tutti i rimpianti”. E’ con i “Baci sono definitivi” di Pietrangelo Buttafuoco, scrittore e giornalista italiano per il Foglio e Repubblica, che il comune di Montalbano Elicona apre il programma d’agosto.

 

Un evento di nicchia che ha visto, venerdì 04 agosto al castello Federico II la realizzazione di una presentazione spettacolo, con la partecipazione di Mario Incudine e Antonio Vasta.
Sulla Linea Cornelia, ore 06,00, arriva lei che lui non conosce: due anime che non si sono mai incontrate, ma riconosciute fra loro. Si desiderano. E’ la prima vampa d’estate. Alla linea B, Colosseo/Piramide, 16,29, invece una musicista chiamata Tosca, sfodera un tatuaggio sontuoso che stupisce l’amica. E’ solo tinta di henné e andrà via, ma un uomo s’intromette fra loro. Nulla è per sempre, eccetto i baci: quelli sono definitivi e restano oltre la transitorietà del vivere quotidiano di una stazione, affollata da viaggiatori che sognano e vivono fugaci passioni.

 

Dalla narrativa alla manualistica, sabato 05 agosto 2017 al castello Federico II sarà presentato il volume “I grani Antichi Siciliani”. Il testo scritto da Gianfranco Venora e Sebastiano Blangiforti, ricercatori della Stazione Sperimentali di Granicoltura per la Sicilia, contribuisce alla valorizzazione di un patrimonio culturale e alimentare unico, che fa della Sicilia il crocevia naturale di un nuovo modo di intendere il cibo. Esso si compone di una parte argomentativa, nella quale gli autori ricostruiscono la storia del frumento quale identità dell’isola e di una tecnica che si rivolge ai contadini, agli amatori, ai consumatori consapevoli e a tutti coloro che hanno a cuore una storia che parte da lontano.

 

A seguire il 09 agosto, ore 22,00, si terrà in piazza Maria SS della Provvidenza lo spettacolo ” Musicando al Chiaro di Luna”, il 10 la Gara del Dolce nella Frazione di Braidi e l’11 agosto la “Festa del Tortone” a Santa Barbara. Novità assoluta l’escursione in notturna all‘Argimusco il 12 agosto, ore 21,00, in compagnia dell’archeoastronomo Andrea Orlando per la Notte delle Perseidi. In occasione dell’evento sarà possibile osservare a occhio nudo lo sciame meteorico, che la Terra attraversa durante il periodo estivo muovendosi intorno al sole. Il 16 agosto, ore 18,30, inoltre, in memoria del medievalista Alessandro Musco, si svolgerà al castello la presentazione degli atti del Convegno su “Arnaldo da Villanova e la Sicilia”, personaggio cui sarà dedicata la mostra d’arte “Alchemy” del 17 agosto.

 

Chiudono il programma: la commedia brillante “Taspettu nto paradisu” dell’Associazione Le Nuove Immagini, il 17 agosto ore 21,30 in Piazza, la 39esima edizione delle Feste Aragonesi del 18, 19 e 20 agosto 2017 con il torneo di tiro con arco medievale LAM, il recital poetico “Operaio di sogni… vi racconto il mio Salvatore Quasimodo” il 21 agosto, ore 19,00 al castello, la Festa Patronale del 24 agosto, lo spettacolo musicale degli Sugar Free in piazza il 25 agosto e la presentazione del libro di Andrea Italiano su Filippo Jannelli il 27 agosto, ore 18,00 al castello.

 

F.B.

 

In allegati il programma dettagliato:


Natura a Montalbano Elicona

A PALAZZO ZANCA CONFERENZA STAMPA DEL SINDACO TARANTO SULL’ALTOPIANO DEI GIGANTI

Presentazione Ufficiale del campo di volontariato che dal 1 al 15 agosto si terrà a Montalbano Elicona, per ripulire parte del Fiume Elicona

Si terrà mercoledì 2 agosto, ore 10,30, a Palazzo Zanca la conferenza stampa del sindaco Filippo Taranto sul campo di Volontariato Internazionale denominato l’Altopiano dei Giganti.

 

L’evento promosso dal C.E.A. (Centro Educazione Ambientale) Messina e dall’associazione Ramarro Sicilia, in collaborazione con ARPA Sicilia, Rete Infea Sicilia, Fondazione Unesco Sicilia e l’Ente Parco dei Nebrodi, si svolgerà a Montalbano Elicona dal 1 al 15 agosto 2017. Grazie al supporto logistico dell’amministrazione locale e del C.E.T. (Centro di Educazione territoriale) di Montalbano Elicona, i volontari si occuperanno di ripulire e ripristinare il settecentesco sentiero lastricato, che dal quartiere Serro conduce al Fiume Elicona in località Chiappazza. Da qui sarà verificata la tracciabilità di un percorso ad anello Chiappazza-Caenza, che permetta di ammirare il paesaggio e i resti di tre antichi mulini.

 

Al progetto che si autofinanzia e si svolge con le modalità tipiche del campo di lavoro volontario, hanno già aderito una quindicina di persone di età compresa tra i 5 e i 75 anni provenienti da tutta Italia e da Paesi come Spagna, Germania e Ungheria. Il percorso formativo prevede anche attività di fruizione culturale del territorio. Mercoledì 9 agosto 2017, infatti, sono previste visite alla Grotta di Santeodoro presso Aquedolci e a Sant’Agata di Militello. Lo stesso giorno i volontari saranno ospiti del Parco dei Nebrodi e incontreranno il presidente Giuseppe Antoci. Invece, sabato 12 agosto, ore 21,00, è prevista una passeggiata all’Argimusco in compagnia dell’archeostronomo Andrea Orlando, studioso e saggista dei Megaliti di Montalbano Elicona.

 

Ancora, durante la conferenza stampa sarà presentato il libro “Grani Antichi Siciliani” di Gianfranco Venora e Nello Blangiforti, con il patrocinio del comune di Montalbano Elicona, della Condotta Slow Food Nebrodi presieduta da Angelo Pedano, dal CEA di Messina rappresentato da Francesco Cancellieri e da Renato Carella, presidente associazione Ramarro Sicilia. Ospiti il sindaco Renato Accorinti e l’assessore all’Ambiente del Comune di Messina, sottoscrittore del Protocollo di Intesa con Arpa Sicilia per il l’istituzione del Nodo Comunale INFEA.

 

Comunicato a cura di Francesca Bisbano


MONTALBANO ELICONA: PRESENTAZIONE DEL ROMANZO “RESTA CON ME” DI MARTINA LUPICA SPAGNOLO

Argomenti :

Categorie: Notizie

La promettente liceale premiata al concorso letterario “La Finestra Eterea”, sceglie Montalbano Elicona per presentare “Resta con me” il suo romanzo d’esordio

 

“Ormai il sole è quasi tramontato e sta per oscurasi il cielo. Lei inizia a sfiorare la mia pelle con i polpastrelli delicati e io faccio lo stesso. E’ piacevole la sensazione che provo in questo momento, mi sa di conforto e sollievo allo stesso tempo. Le scosto la maglietta e la sollevo. Non è un movimento volontario. Lei fa lo stesso e mi spoglia. E no! Non è come si potrebbe pensare in questi momenti! Non mi toglie i vestiti di dosso, mi sta scoprendo ogni strato di pelle, perché ha un obiettivo: vuole il mio cuore!”

 

Ogni storia nasconde un’emozione e quella del romanzo “Resta con me” di Martina Lupica Spagnolo scuote l’animo di chi legge. Al centro l’amore e le sensazioni che lo accompagnano nel processo evolutivo dell’individuo. Dalla nascita alla morte, l’uomo ama o per infatuazione o perché sente il bisogno di dedicarsi disinteressatamente a qualcuno. Amore e passione sono un insieme di relazioni che il cervello deve gestire, comportamenti che da giovani sono più difficili da governare, ma non impossibili. Esse fanno parte della crescita delle persone e le portano naturalmente a esprimersi. L’amore non si può programmare. Capita e quando arriva è come il respiro. Senza respiro il corpo muore, senza amore l’anima muore.

 

Un’intensa passione fluisce dalla penna della Spagnolo, autrice premiata al concorso letterario internazionale “La Finestra Eterea”, che sceglie Montalbano Elicona “Borgo dei Borghi 2015” per l’esordio del suo primo Romanzo. Oggi a partire dalle ore 18,00 Martina ospite del C.E.T. Onlus (Centro Educazione Territoriale) di Montalbano Elicona, presenterà a Palazzo Todaro la propria opera introdotta dal Professore Carmelo Panasiti.

 

Durante la manifestazione interverranno Enzo Baglione, collaboratore del settimanale Centonove e l’editore Giuseppe Castagnolo.

F.B.

 

 

 


Panorama: scopri con noi cosa vedere a Montalbano Elicona

SECONDA EDIZIONE DI “ORIENTARSI VERSO LA MEDICINA OSTEOPATICA”

Convegno divulgativo-scientifico al castello di Montalbano Elicona, per conoscere l’osteopatia e approfondirne l’applicazione terapeutica in campo sportivo

 

Si terrà domenica 30 luglio 2017, presso il castello Federico II di Montalbano Elicona la seconda edizione del convegno divulgativo scientifico “Orientarsi verso la medicina osteopatica, dalla formazione alla professione”.

 

L’evento promosso dalla Accademia di Medicina Osteopatica Superiore, sede di Messina, in collaborazione con l ‘A.N.P.O. (Associazione Nazionale Professionisti Osteopati) e il Comune di Montalbano Elicona, è finalizzato a far conoscere la scienza osteopatica e la sua azione terapeutica in campo sportivo.

 

L’osteopatia (dal greco antico ὀστέον ostéon, “osso” e πάθος, páthos, “sofferenza”) è una terapia medica alternativa che consiste nella manipolazione di alcune parti del corpo, in particolare: schiena, testa e collo. A coniare il termine fu il medico statunitense Andrew Taylor Still che nel 1892 fondò l’American School Osteopathy, ma l’uso delle mani per il trattamento della colonna vertebrale e delle articolazioni ha origini molto antiche.

 

Prima ancora che Ippocrate documentasse l’utilizzo del trattamento manipolativo nel “Trattato delle Articolazioni”, la pratica era nota agli Egizi. Nella Roma antica Galeno (II secolo a.c.) guarì lo storico Pausania da un grave dolore al braccio con una manipolazione mirata del rachide cervicale. Nella medicina araba, erede di quella greca, si utilizzavano abitualmente tecniche manuali per la correzione di deformità, gibbi e curve scoliotiche, mentre nel Medioevo le tecniche furono tramandate dai cosi detti “aggiusta ossa” o “rebouter de campagne” in Francia, cui non erano estranei i significati di “nervo accavallato” o “vertebra spostata”.

 

L’osteopatia supporta la medicina tradizionale, in base al principio per cui il corpo può fabbricare da se i rimedi contro le malattie. In particolare essa si propone di risistemare lo scheletro, i muscoli, i legamenti, le viscere e il sistema cranio-sacrale, in modo che tutti i liquidi circolino normalmente.

 

A partire dalle 15,00 dopo i saluti istituzionali del sindaco Filippo Taranto interverranno il prof don Gaetano Maria Saccà fondatore A.M.O.S., il Segretario Nazionale A.N.P.O. Paolo Cola, il prof Giuseppe Forestieri presidente A.N.P.O che tratterà le problematiche disfunzionali legate all’attività sportiva e il dottor Massimo Catini per la presentazione del saggio “L’olio della consolazione e il vino della Speranza”. Modera Salvatore Pantano, giornalista di OndaTV.

 

Subito dopo il convegno, dalle ore 20,00 alle 21,00, si terrà una partita di calcetto presso il campo adiacente alla palestra comunale “Bartolomeo Buccheri”.

 

Comunicato stampa a cura di Francesca Bisbano


Masterclass di Organo: la musica italiana di Diego Cannizzaro

Imperdibile appuntamento per gli amanti della musica classica. Dal 20 al 22 luglio si terrà a Montalbano Elicona la seconda masterclass di organo dell’Accademia di Alto Perfezionamento Organistico, diretta dal maestro Diego Cannizzaro.

Nella splendida cornice del “Borgo dei Borghi 2015”, l’evento avrà luogo nella basilica minore di Santa Maria Assunta e San Niccolò Vescovo e sarà incentrato sullo studio del repertorio organistico della Scuola Italiana. Ai corsisti attivi e uditori, sarà offerta la possibilità di conoscere e affinare la tecnica strumentale siciliana, con metodi basati su esperienze extra-nazionali.

La Sicilia vanta una tradizione organaria di altissimo livello, detenendo il record mondiale del più alto numero di organi a canne storici. Attualmente si stimano più di un migliaio di strumenti custoditi nelle cattedrali, nelle chiese e nelle cappelle di tutta l’isola. Come le opere architettoniche di cui fanno parte, gli organi le cui origini risalgono al III sec a.C., (il primo organo idraulico apparve ad Alessandria d’Egitto), vivono una condizione crepuscolare. I paesi perdono abitanti, le chiese fedeli e la musica si ode sempre meno. Per questo la masterclass del Tisia, si pone come mezzo per diffondere l’interesse e creare consapevolezza verso l’arte dell’organo.

Allo stesso tempo la masterclass intende promuovere il turismo e il patrimonio storico-culturale di Montalbano Elicona. Così la chiesa madre che ogni anno per volere di Monsignor Benedetto Rotella ospita il maestro Gianluca Lambertucci, organista della cappella sistina, si prepara ad accogliere musicisti da tutto il mondo. Grazie alla musica, i maestri avranno modo di conoscere lo splendido e unico patrimonio del “Borgo più bello d’Italia del 2015”.

Giovedì 20 luglio ore 21,30, i corsisti terranno un concerto aperto al pubblico nella basilica di san Niccolò Vescovo.

 

Comunicato stampa


Montalbano Grest 2017

“Montalbano GREST 2017”

Argomenti :

Categorie: Notizie varie

Con l’estate che avanza e la voglia di esprimersi liberamente lontano da compiti, impegni e scadenze, arriva il “Montalbano GREST 2017”.

Anche quest’anno il comune di Montalbano Elicona, offrirà il servizio di ludoteca estiva, che dal 17 luglio, per quattro settimane, interesserà centro e frazioni. Il progetto rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 5 e i 12 anni, vedrà la partecipazione di vari enti e associazioni operanti sul territorio, tra cui la cooperativa agricola sociale Hand-Made Montalbano Elicona e l’associazione A.M.A.L.A.C. (Associazione Medievale Arcieri Lanciatori di Asce e Coltelli).

Obiettivo è divertirsi. Saranno proposti giochi di gruppo e all’aperto, prove di tiro con l’arco, campi di equitazione, uscite in piscina e laboratori di manualità creativa. Attività dove i partecipanti potranno interagire con gli altri, evitando che il tempo in vacanza si trasformi in noia o tempo di solitudine.

Nello stile di animazione centrato sulla relazione, bambini e ragazzi, incontreranno giovani e adulti, che con la loro esperienza trasformeranno l’estate in un’occasione di crescita umana e sociale per tutti. A Montalbano Elicona il GREST 2017 è una proposta che si realizza in un ambiente multisettoriale. Dal gioco allo sport, al lavoro artigianale, l’amministrazione crede che la cura degli spazi e la collaborazione fra categorie e operatori diversi, siano gli ingredienti fondamentali per un’ esperienza indimenticabile.

Le potenzialità dei luoghi ove si svolge l’azione si riassumono nella possibilità per i bambini di vivere ogni momento dell’animazione come strumento di espressione della propria d’individualità, con cui trovare risposta alle innumerevoli forme di essere fanciulli. Al contempo l’architettura del Progetto Educativo “Montalbano Grest 2017” offre a chi lo coordina uno sguardo organico sui temi educativi di fondo, che ogni anno abitano la proposta della ludoteca estiva e permettono di adattarne l’offerta alle esigenze locali.

Il servizio sarà effettuato dal lunedì al venerdì negli orari indicati dal comune di Montalbano Elicona.

Francesca Bisbano

 


L'insabbiata di Montalbano Elicona

V edizione dell’insabbiata di Montalbano Elicona: contenuti i danni delle pioggia

Categorie: Notizie varie

Piccoli, ma notevoli, sono gli interventi realizzati dai giovani di Montalbano Elicona, per salvare la V Edizione dell’Insabbiata.

Le forti precipitazioni di domenica 18 giugno, hanno cancellato i disegni a sfondo religioso, che la sera precedente erano stati allestiti in via Mastropaolo dalla confraternita del SS Sacramento. A dimostrazione, però, che la volontà è più forte di tutto, anche delle condizioni metereologiche avverse, in poche ore, il gruppo di artisti diretto da Giulio Iaccovacci, si è attivato per ripristinare parte del percorso distrutto.

Con impegno e dedizione, il forte senso religioso della comunità del borgo è riuscito a limitare i danni del maltempo e ottenere una versione di insabbiata, apprezzata dai turisti accorsi per l’evento.

Insabbiata di Montalbano Elicona

I giovani di Montalbano Elicona che ripristinano i disegni dell’Insabbiata 2017

I ragazzi al lavoro si disegni dell’Insabbiata di Montalbano Elicona

F.B.

 


Concerto Aura Vocis

Montalbano Elicona: posticipato a gennaio il “Concerto di Natale” della Corale Polifonica Aura Vocis

Si terrà martedì 3 gennaio nella chiesa di San Michele Arcangelo, il “Concerto di Natale” della corale polifonica Aura Vocis, posticipato dal 29 dicembre 2016.

Il gruppo diretto dal maestro Giuseppe Del Bono, torna nel “Borgo dei Borghi 2015” per accendere i ricordi ed esaltare le emozioni.

“Aura Vocis” (dal latino soffio di voce) nasce nel 2007, con l’obiettivo di diffondere in tutta la Sicilia un repertorio che abbracci sacro e profano. Dopo vari successi, nel 2011 è segnalato come “Gruppo d’Interesse Nazionale” per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Tra il 2012-2014 partecipa a varie rassegne internazionali, quali: la 6° edizione del “Verona Garda Estate”, la 53° Rassegna di Musica Sacra “Virgo Lauretana” a Loreto e il 9° Festival International de Musique de Claye-Souilly a Parigi. Oggi il coro, reduce della tournée a San Pietroburgo (Russia), riscuote successo in Italia e all’estero.

Fare e condividere musica nelle piazze è importante, anche per accrescere il senso di condivisione sociale. Questo lo sprito con cui per l’occasione, Montalbano Elicona, saluta il vecchio e accoglie in allegria il nuovo anno.

F.B.

In allegato la locandina dell’evento:

Locandina concerto di natale della polifonica Aura Vocis