Montalbano Elicona: elezioni amministrative 2017

Montalbano Elicona: elezioni amministrative 2017

Filippo Taranto conferma la candidatura, come sindaco di Montalbano Elicona

Addio alla logica del “finanziamento del momento”, le opere pubbliche devono venire incontro ai bisogni dei cittadini

“Cominciare una rivoluzione è facile, è il portarla avanti che è molto difficile”. E’ con le parole di Nelson Mandela, che Filippo Taranto, sindaco uscente di Montalbano Elicona, affronta la prossima competizione elettorale.

L’11 giugno il “Borgo dei Borghi 2015” sceglierà la nuova squadra di governo. Contro il “Movimento Anno Zero” di Nicola Belfiore, Taranto, candidato per “Vivere Montalbano Insieme”, intende continuare il lavoro avviato durante il primo mandato.

Si parlerà ancora di occupazione, scuola, giovani, turismo e sviluppo sostenibile del territorio. E se da un lato il primo cittadino, pensa a misure di sostegno per anziani e famiglie, dall’altro molti sono i progetti che hanno ricevuto un finanziamento e attendono l’appalto o l’avvio dei lavori. Tra questi vi sono: gli interventi di messa in sicurezza e restauro del fortilizio arabo-bizantino del castello Federiciano, il potenziamento dell’acquedotto del centro, la riattivazione della Bretella Santa Barbara-Mustaffi con la s.p. Falcone-Montalbano, il rifacimento della Caserma dei Carabinieri e il consolidamento di Via Sant’Antonio e del costone roccioso della frazione di Santa Maria.

Opere già realizzate sono invece la riqualificazione del corso Principe Umberto con il Progetto 6000 Campanili, la costruzione del campo di calcetto “Giovanni Romano- Pippo Saccone”, la riqualificazione dell’edificio Scolastico “A.G. Roncalli”, l’illuminazione artistica della via Letteraria Nicola Terranova, che ha reso ancora più suggestiva la percezione notturna del centro medievale, la ristrutturazione della scuola materna di Braidi con la riqualificazione della piazzetta antistante, il ripristino della delegazioni comunali di Santa Barbara e Santa Maria, l’arredo urbano del centro storico e la creazione della rete wi-fi gratuita nell’area di Piazza Maria SS della Provvidenza.

Nonostante le enormi difficoltà economiche in cui versa l’ente, imputalbili alle continue riduzioni di trasferimenti finanziari da parte degli organi di governo sovraordinati, si è riuscti comunque a dare attenzione alle esigenze quotidiane dei cittadini. Il tutto come ricorda il sindaco, è stato possibilie grazie all’impegno di tecnici e operai, che nel dare attuazione alle ordinarie opere di manutenzione, hanno dimostrato come queste alle volte siano più indispensabili dei grandi interventi. Al contempo vanno superate vecchie logiche di potere, perchè la programmazione degli interventi pubblici non può essere legata alla mera opportunità del finanziamento, ma deve partire dalle esigenze della comunità.

Sulla base di tali premesse il nuovo entourage di Filippo Taranto, sarà composto da Roberto Arlotta, Nicola Bartolone, Rosaria Bisognano, Celeste Coppula, Erminia De Francesco, Ivan Pantano, Antonio Junior Rappazzo, Fabio Ruggeri, Antonino Tomeo, Fabio Truglio, con Gianluca Materia e Alessia Giuseppa Prescimone, assessori designati.

Francesca Bisbano


Quarta Giunta Crocetta: Barbagallo per Li Calzi, forte il sostegno del Comune di Montalbano Elicona

Il Sindaco Taranto ringrazia l'ex-assessore, per il lavoro svolto durante il mandato

Montalbano Elicona Sicilia

Dopo quasi due giorni di attese, riflessioni, telefonate e intese, che hanno indotto il presidente Rosario Crocetta ad annunciare la nuova squadra di governo, il pensiero del sindaco dottor Filippo Taranto va all’ex assessore Turismo Sport e Spettacolo Regione Sicilia, Cleo Li Calzi.

Una collaborazione, iniziata il 21 dicembre 2014, quando la Li Calzi da poco insediatasi a Palazzo dei Normanni, contattava personalmente l’amministratore del piccolo comune. “Non conoscevo l’assessore, nè tanto meno avevo chiesto niente a nessuno. Avevo solo presentato un’istanza e quella fu l’occasone, perché lei annunciasse la collabborazione dell’Assessorato Regionale con la politica avviata sul nostro territorio. Qualcosa stava cambiando e in meglio, sicché da allora la figura di Cleo Li Calzi è diventata per me, come per altri sindaci siciliani, un punto di riferimento valido e concreto.”
Sono queste le parole con cui il dott Filippo Taranto descrive la partecipazione e il dialogo continuo, che in questi mesi hanno caratterizzato i rapporti con la Regione Sicilia.

Se oggi Montalbano è il Borgo più Bello d’Italia e continua a ricevere riconoscimenti, dal premio “Aci e Galatea” al prestigioso Swiss Tourism Awards 2015 per la 13esima edizione del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze; se oggi il paese attira l’attenzione di visitatori e tv da tutto il mondo, da TV2000, alla Rai alla BBC e fa rete con Novara di Sicilia, Savoca, Castroreale, Castiglione, San Marco D’Alunzio e gli altri borghi siciliani, il merito è anche di Cleo Li Calzi.

Credibilità, sinergia non solo con i vari asessorati, ma prima di tutto con le piccole realtà locali, sfida e voglia di reinvestire sull’immagine dell’isola hanno segnato il lavoro della Li Calzi, che si pone come metodo e monito per il futuro. Dalle citta delle Terme al Festival dei Borghi, dalla politica dell’Albergo diffuso, con forme di accoglienza a basso impatto ambientale, ai Cammini Religiosi in Sicilia, si è puntato a ridisegnare il volto della Sicilia, darle valore proponendo il turismo come dato centrale della sua economia. Ancora dal rilancio della cultura artistico-musicale e teatrale alle nuove strategie di marketing e riorganizzazione della spesa pubblica, si è cercato di promuovere varie, diverse ed insolite mete, che a tutti i livelli e in tutti i possibili siti, rappresentano i più grandi e duraturi traguardi del contesto in cui sono inserite.

Fiducioso che il neo nominato assessore Barbagallo, segua la scia di un lavoro ben avviato, il sindaco Taranto, ringrazia ancora una volta la Dottoressa Li Calzi. Unendosi al coro di colleghi, amici e siciliani, che in queste ore sui social esprimono delusione e rammarico per la mancata conferma, il messaggio del primo cittadino è quello di continuare lungo la via intrapresa. In un modo o nell’altro l’importante è non perdere di vista il territorio, sperando così di avere la Li Calzi vicina in altre occasioni.

Francesca Bisbano


Panorama: scopri con noi cosa vedere a Montalbano Elicona

Montalbano Elicona: nuovi contributi erogati all’amministrazione per la gestione dei beni e servizi locali

(da comunicato stampa)

Risparmio, riqualificazione urbana ed energetica, sono i settori in cui il comune di Montalbano Elicona, investirà i contributi pubblici appena ottenuti per migliorare l’offerta e l’amministrazione delle risorse locali.

Tre sono i finanziamenti erogati, uno dal Ministero dello Sviluppo Economico, un altro da quello delle Infrastrutture e Trasporti e il terzo dall’Assessorato Regionale allo Sviluppo rurale, con oggetto il rinnovamento degli impianti energetici comunali, il completamento dei lavori del Corso Principe Umberto e l’installazione di un sistema wireless gratuito in vari punti della città.

Così 168.714,40 euro, rientranti nei 50 milioni previsti dal Bando CSE (Comuni per la Sostenibilità e l’Efficienza Energetica) del 28 maggio 2015, saranno utilizzati per convertire l’impianto di illuminazione, riscaldamento e climatizzazione del palazzo comunale. Niente più gas, sprechi o eccessi. Lampade led alimenteranno il sistema elettrico e pompe di calore rimpiazzeranno termosifoni e stufette. Un piano eco-green volto ad agevolare con contributi a fondo perduto progetti di efficientamento o produzione di energia sugli edifici delle Amministrazioni comunali delle Regioni Convergenza che, secondo le prescrizioni di una diagnosi energetica preliminare, hanno acquisito tramite il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA) i prodotti e i
servizi indicati dallo stesso.

La richiesta di finanziamento è stata seguita e monitorata dagli Ingegneri Carlo Oliva, Energy manager del comune di Montalbano Elicona e Francesco Carrozza, cui va il ringraziamento del Sindaco Dottor Filippo Taranto e dell’Amministrazione comunale, per i risultati ottenuti.

Ancora 183.472,85 euro copriranno le spese dei lavori di collegamento di via Roma, via Provinciale e il centro urbano, sul quale si era già intervenuti tramite la partecipazione al Programma 6000 Campanili. In quell’occasione su 100 milioni di euro a Montalbano erano stati riconosciuti 816,328,61 euro, per la qualificazione e la manutenzione dell’area segnata. La nuova opera, che si pone a completamento di un lavoro ormai quasi terminato, è finalizzata non solo al miglioramento della viabilità cittadina, ma anche al conferimento d’ulteriore prestigio al Borgo più Bello d’Italia. Di conseguenza si vuole assicurare tanto un alto livello di decoro urbano, quanto la piena e completa fruizione da parte di cittadini e visitatori, della bellezza offerta dal territorio.

In ultimo 54.443,59 euro andranno alla realizzazione di otto punti d’accesso telematici pubblici, perché tutti possano liberamente usufruire di internet. Chiunque in piazza, nel centro storico e nelle tre frazioni di Braidi, Santa Barbara e Santa Maria, potrà dai propri tablet e smartphone connettersi al web, con la rete Wi-fi comunale. Un primo step che rappresenta la volontà dell’amministrazione di fornire un servizio, ormai fondamentale, anche ai turisti che scelgono di visitare e soggiornare a Montalbano Elicona.

Ipazia88


La magnificenza dell'arte sacra

“Magnificenza dell’arte sacra”, inaugurazione a San Michele della mostra di parati sacri da XIV al XIX secolo

(da comunicato stampa)

Dal 13 giugno al 31 ottobre 2015 il Comune di Montalbano Elicona, in collaborazione con la Parrocchia di San Niccolò Vescovo e la Sopraintendenza di Messina, presenta “Magnificenza dell’arte Sacra”.
L’evento promosso dal parroco Mons Benedetto Rotella e dal sindaco dott. Filippo Taranto, prevede l’allestimento di una mostra di parati serici dal XVI al XIX sec nella chiesetta di San Michele Arcangelo, aperta al pubblico sabato e domenica dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00. Un’esposizione unica, promossa con successo già nel 2010 per l’ottavo centenario della Basilica Maria SS Assunta, che accoglie per la seconda volta un evento culturale destinato a promuovere l’immagine di una città, ricca di fede e di arte.

Broccati, damaschi, sete e ricami, seguono un ordine cronologico, che mette in evidenza l’evoluzione stilistica dell’ornato tessile attraverso 300 anni di storia. Ventitré vesti liturgiche, distinte per caratteristiche decorative e tecniche di esecuzione (vestititi serici eseguiti a telaio ed abiti con ricami a mano), cinque dipinti di noti arcipreti siciliani, datati 1800 circa e un insieme di registri del ‘600 relativi agli aspetti economico-patrimoniali dei beni esposti, testimoniano un illustre passato, animato dalla presenza di una colta committenza ecclesiastica e dall’ardore di un popolo, che desiderava esprimere la propria reverenza nei confronti del sacro con la realizzazione di ciò che è bello.Copertina invito

Il percorso interamente rinnovato rispetto al 2010, espone parte del patrimonio artistico della Basilica Maria SS Assunta e del Santuario della Divina Provvidenza, con alcuni manufatti inediti. Le opere accuratamente illustrate ed esemplificate dai pannelli didattici, nel settore dedicato al repertorio iconografico del tessile, specificano le correnti stilistiche delle varie epoche, caratterizzate dall’impostazione del disegno delle trame : a “griglia” alla fine del Cinquecento; a “girali” e “pizzo” nella seconda metà del Seicento; “leggerezza”, “meandro” e “bizzarre” nel produttivo Settecento. Immancabile poi l’aspetto religioso-allegorico. Così nell’area dedicata al ricamo in sete policrome, spicca una pianeta con ornato floreale sviluppato a “candelabra”, raffigurante il paradiso Terrestre.

La mostra sarà ufficialmente inaugurata oggi alle 19,00 e preceduta da una conferenza della dott.ssa Giusy Larinà, presso il Santuario Maria SS della Provvidenza alle ore 18,00,  che illustrerà ai presenti la storia e le caratteristiche dei pezzi in mostra. Presenti il sindaco dott. Filippo Taranto, il Parroco Mons Benedetto Rotella, cui va un ringraziamento particolare per aver creduto ancora una volta nella diffusione dell’arte e della cultura, quale strumento di sviluppo sociale, il vicesindaco on. Marcello Greco e l’assessore allo sport, cultura e turismo Concetta Lenzo.

Il sindaco e l’amministrazione ringraziano il reverendo P. Massimo Cucinotta del Terzo Ordine Religioso per la consulenza liturgica, Luciano Buono per le ricerche documentarie, Mario Lanzo per l’allestimento, Melissa Lanzo per il progetto grafico, la dott.ssa Anna Sciacca per il coordinamento della segreteria organizzativa, Nicola Belfiore per il materiale fotografico e tutti i cittadini che hanno lavorato alla realizzazione del progetto.

Ipazia88

Basilica Maria SS Assunta


Torre di luce

Estate montalbanese: gli appuntamenti nel Borgo più bello d’Italia continuano

Proseguono gli appuntamenti nel Borgo più Bello d’Italia 2015 e giugno si preannuncia un mese caldo e pieno di novità. Arte, storia, cultura ed eventi proposti in compartecipazione con la Regione Sicilia e le associazioni operanti sul territorio, daranno il via alla stagione estiva montalbanese.

Il programma si aprirà oggi 7 giugno 2015 con la XII giornata nazionale dello sport. Dopo Palermo, Ragusa, Siracusa e altre città italiane, Montalbano dedica spazio ai più giovani ed agli amanti dello sport. La manifestazione promossa dal CONI Regione Sicilia prevede prove e laboratori in discipline diverse, animazione e divertimento per sensibilizzare il grande pubblico alla lotta contro il diabete e le malattie cardiovascolari. Nella stessa giornata seguiranno la cerimonia di scopertura di una copia della targa “Borgo dei Borghi 2015” in presenza dell’on. Ardizzone, la terza edizione dell’Insabbiata, organizzata dalla confraternita del SS Sacramento e diretta da Giulio Iaccovacci con la collaborazione dei ragazzi di Montalbano, nonché l’accensione della torre di luci, simbolo dei borghi italiani. Ospiti il dottor Rocco Scimone, presidente della Soprintendenza dei Beni culturali di Messina, l’on. Marcello Greco nella duplice veste di presidente della Commissione Cultura Regione Sicilia e Vicesindaco di Montalbano Elicona, il direttore regionale della SIAE e l’ingegnere capo del Genio Civile Leonardo Santoro.

Il 13 giugno 2015 invece alle ore 19,00 nella chiesa di San Michele Arcangelo, verrà inaugurata la mostra di paramenti sacri su iniziativa di Mons. Benedetto Rotella. La mostra, che mette in evidenza l’evoluzione stilistica dell’ornato e del ricamo dal XVI al XIX secolo, sarà visitabile fino al mese di ottobre. Essa rappresenta un’occasione singolare per il Comune di Montalbano, poiché fonte di conoscenza di un passato illustre, nonché testimonianza della presenza di una colta committenza, coadiuvata da una raffinata nobiltà e dall’ardore di un popolo, che desiderava esprimere la propria reverenza nei confronti del sacro attraverso la realizzazione di ciò che è bello. Presenta la dott.ssa Giusy Larinà. A seguire il 14 giugno a Braidi si aprirà la diciassettesima edizione dell’Infiorata con la partecipazione di Stella Giunta, miss Comuni Fioriti.

Il 21 giugno l’Associazione Giovan Guerino, presieduta dall’avv Giuseppe Spinella, organizzerà la prima Festa d’Estate. Balli, canti, spettacoli e sfilate di gruppi folkoristici animeranno le vie del borgo, impreziosite non solo dai partecipanti all’estemporanea di pittura, ma anche dagli stand della mostra di antiquariato e vintage. Il tutto accompagnato da visite guidate in paese, una degustazione di prodotti tipici delle “Terre di Montalbano” ed un concorso fotografico, che si svolgerà durante il tour in elicottero, verso le mitiche rocce dell’Argimusco.

In chiusura, giorno 28 al Castello di Federico III d’Aragona, andrà in scena lo spettacolo “Adesso parlo Io” della dott.ssa Tosi Siragusa e sponsorizzato dalla Soprintendenza dei Beni Culturali di Messina. Il progetto teatrale, presentato lo scoso 3 marzo al Castello di Spadafora, propone un’importante riflessione sulla figura e il ruolo della donna attraverso il mito e la modernità.

Per la realizzazione degli eventi eventi in programma il sindaco dott Filippo Taranto rivolge un particolare ringraziamento all’on. Ardizzone e alla Regione Sicilia.

Ipazia88


Montalbano Elicona

Note d’autore

All’indomani dalla conclusione della sfida “Il Borgo dei Borghi 2015”, indetta lo scorso febbraio da Rai3, l’entusiasmo per la vittoria di Montalbano Elicona, borgo Siciliano di circa 2500 abitanti, continua ad infiammare gli animi del web.

Grande la gioia e l’esultanza da ogni parte della Sicilia, che per il secondo anno consecutivo, riconquista il punto più alto del podio. Grande l’amore e l’interesse mostrato verso un “luogo dimenticato” e che già in prima contesa era dato per vinto. Grande la voglia d’agire compatti, perché di Sicilia si parli con orgoglio e passione. Basta sottolineare i soli disagi è tempo d’agire uniti e compatti, perché le debolezze diventino nuovi punti di forza.  Cresce più che mai tra i Montalbanesi, i Siciliani, gli Italiani tutti l’intento mettersi in gioco, perché la sfida è solo all’inizio. I borghi sono una comune risorsa e quello che per Montalbano oggi è un sogno, domani si spera sia un trampolino di lancio.

Molte le iniziative in cantiere, tante le proposte dei giovani e degli organizzatori, che in questa avventura non hanno mai vacillato. Montalbano Elicona sia apre all’Italia, perché quello ottenuto non sia un semplice fregio, ma garanzia di rilancio sociale. Ora più che mai c’è bisogno d’idee, talenti e comuni intenti, perché è con l’intelligenza ed il lavoro di squadra che si vincono le competizioni più ardue.

Grazie a chi a sostenuto e sosterrà sempre Montalbano, grazie a chi ha lavorato duramente per contribuire al progresso materiale e sociale di una comunità che ancora ha molto da imparare. Grazie Sicilia per aver creduto in te stessa, grazie Italia per aver concesso al comune fiducia. Grazie ragazzi, utenti del web, testate piccole e grande, tv, radio, istituzioni locali e regionali. Grazie Assessore Cleo Li Calzi che ami e credi in una Sicilia migliore. Grazie cittadino che hai dato il “tuo voto quotidiano”. Grazie a chi non è stato menzionato. Grazie a chi ha indetto il concorso e chi vi ha preso parte. Grazie amici che avete sognato con noi.

Grazie a tutti, squalificati e non. Con l’augurio che questo sia un anno di successi ed investimenti per tutti! Amici italiani, continuate a credere nel vostro paese, poiché finché lo farete non ci saranno né vinti o vincitori, ma solo 40 gioielli italiani. Vi aspettiamo numerosi a Montalbano Elicona.

Francesca Bisbano