Emergenza Neve a Montalbano Elicona: il sindaco Taranto chiede l’intervento dell’esercito

Emergenza neve a Montalbano

Emergenza Neve a Montalbano Elicona: il sindaco Taranto chiede l’intervento dell’esercito

Categorie: Notizie varie



Situazione drammatica. Per contenere i disagi e salvaguardare l’incolumità dei cittadini, si dispiegano in campo tutte le risorse possibili



Con strade ghiacciate e nevicate incessanti, il maltempo in Sicilia ha paralizzato i comuni dei Nebrodi, creando una vera e propria “Emergenza Neve”.

Dopo giorni d’isolamento, che hanno interessato i paesi montani del messinese, a Montalbano Elicona il sindaco Filippo Taranto ha chiesto l’intervento dell’esercito italiano. In una lettera inviata al prefetto il primo cittadino segnala una situazione, ormai divenuta insostenibile.

Attualmente il centro storico è inaccessibile e a causa del ghiaccio, in alcune case sono mancate erogazioni di acqua e gas metanodotto. Nonstante i guasti segnalati, i tecnici non possono raggiungere le zone in difficoltà. Interrotti i collegamenti con l’esterno, la neve ostacola il lavoro di sgombero nelle strade, rallentato dal guasto degli spazzaneve inviati dalla Città Metropolitana di Messina.

Montalbano sotto la neve

Montalbano sotto la neve – foto di Silvio Scuto.

Molte attività commerciali rimangono chiuse e non tarda a farsi sentre il mancontento di qualche armentista, costretto a raggiungere a piedi i propri animali. Tuttavia, il comune si già attivato per gestire lo stato di calamità. Infatti, il 6 gennaio dall’ufficio tecnico, coordinato dall’ingegnere Massimiliano Mobilia, partivano le prime azioni di spalamento con bobcat e spargisale, vanificate poi dal persistere della perturbazione. Il 7 gennaio con l’impiego di un frangineve, i volontari dell’Ente Misericordia Falcone-SanPiero Patti, sono riusciti a liberare l’ingresso di un’abitazione, dove un paziente dializzato bisognoso di cure mediche, era rimasto intrappolato.

Su facebook, poi, il sindaco ha lanciato un appello ai giovani, perché si offrisse assistenza agli anziani. Così la domenica dell’8 gennaio è stata dedicata alla distribuzione di pane e beni di prima necessità nei quartieri centrali. Accorsi a decine, i ragazzi si sono armati di pale e liberato parte dei viottoli, non accessibili con le ruspe. Finchè non sarà possibile tornare alla normalità, saranno organzzate nuove squadre per raggiungere le frazioni.

Fra mille problemi e il dissenso di chi cerca colpevoli all’ARS, all’ANAS o nelle amministrazioni siciliane che non fanno miracoli, Montalbano può nuovamente far affidamento sul forte senso di comunità locale. Per questo il sindaco Taranto ringrazia quanti, si sono resi e disinteressatamente continueranno a rendersi partecipi di un grande gesto di solidarietà.

F.B.