Prima edizione Montalbano Mistico Fest

Montalbano Mistico Fest

Prima edizione Montalbano Mistico Fest

Annunciati i nomi degli artisti che dal 28 al 30 ottobre, parteciperanno al Festival artistico della sacralità

Organizzatori e Comune puntano sul turismo di qualità, con un evento che sappia coniugare arte, letteratura, musica e innovazione

dea_orante_argimusco

Inizia il conto alla rovescia per Montalbano Mistico Fest. Dal 28 al 30 ottobre il comune di Montalbano Elicona, eletto “Borgo dei Borghi 2015” ospiterà una grande rassegna artistica multidisciplinare, dedicata al sacro in tutte le sue inclinazioni.

Musica, danza, cinema, teatro e performing art, animeranno un evento che propone un salto di qualità nell’offerta turistica-culturale locale. Tra i nomi annunciati spiccano per la musica, quelli di Juri Camisasca, Rosario Di Bella e Nuclearte in concerto al castello Federico II il 29 e 30 ottobre.

Due serate dedicate alle sperimentazioni sonore contemporanee. Il 29 il duo Camisasca-Di Bella porterà in scena “Spirituality”, un lavoro che restituisce centralità alla crescita dell’individuo e in una visione panteistica di corrispondenze mistiche, ben sin armonizza con le tematiche legate alla sacralità dei luoghi del festival. Dal Borgo medievale all’Argimusco, ogni pietra, ogni angolo, ogni squarcio visivo s’inserisce in un circuito sacro che va oltre le barriere geografiche ed è animato da un’energia profonda e senza tempo. Il 30 i Nuclearte chiuderanno la manifestazione con le armonie celesti di Endo. Suoni esoterici, atmosfere spaziali e vibrazioni ad altissimo potenziale emozionale, condurranno l’ascoltatore in viaggio alla scoperta dell’armonia universale, traducendo in note l’energia natuarale di tutte le cose.

Confermata anche la partecipazione degli artisti Livio e Manfredi Arminio e del gruppo Podolika Tour.
In ultimo la sezione scientifica ospiterà l’archeoastronomo Andrea Orlando con i suoi “Itinerari del Cielo” dal sito megalitico dell’Argimusco e il paesologo Franco Armino con una conferenza su “Geografia commossa dell’Italia interna”, mentre per la sezione letteraria sono previsti incontri su temi diversi.
Dal sacro al profano ai “Gurdiani del cielo” di Maurizio Baidata, seguiranno il 29 al castello gli appuntamenti con il misticismo femminile di Santa Eustochia Smeralda Calafato, Suor Chiara Lucia e la montalbanese Ernestina Ballarino Mobilia. Juri Camisasca tornerà invece domenica 30 nella Chiesa di San Michele con un incontro spirituale su icone e suoni matrici.

Ipazia88

In allegato il programma del Montalbano Mistico Fest:

Programma del Montalbano Mistico fest


Giuseppe Di Tommaso, inviato RAI di “La Vita In Diretta” arriva a Montalbano Elicona, per parlare di storia, turismo ed economia locale

Domenica 22 novembre 2015 la promozione TV nel Borgo più Bello d'Italia continua
Giuseppe Di Tommaso RAI Radio Televisione Italiana

“RAI Uno torna a Montalbano Elicona. A breve le telecamere de La Vita In Diretta saranno nel Borgo dei Borghi 2015”, ha annunciato sui social il sindaco dottor Filippo Taranto.
Domenica 22 novembre 2015 il comune di Montalbano si prepara a ricevere l’arrivo di Giuseppe Di Tommaso, inviato speciale RAI uno, per parlare di storia, cibo e tradizioni locali.

In programma tre interviste, che sullo sfondo della Regiae Aedes di Federico III d’Aragona, aiuteranno a capire come è cambiata negli anni l’economia del paese. Il primo cittadino, che farà gli onori di casa, svelerà ai telespettatori il successo del borgo e quali i punti forti degli investimenti futuri. Soddisfatto Taranto dichiara : “La vittoria dello scorso 6 aprile, con cui Montalbano ha ottenuto il titolo di Borgo più Bello d’Italia, continua sicuramente a dar visibilità al paese, ma ciò che lo rende speciale è come appare a residenti e turisti. Semplice e genuino Montalbano è lontano dal mondo globalizzato delle grandi capitali del turismo e con poco, chiunque vi può ritrovare lo spirito della tradizione siciliana”.

Naturalità a parte, dall’elezione le iniziative in paese si sono moltiplicate, non solo nel tentativo di destagionalizzare l’offerta ludica con eventi e manifestazioni a tema, quali il Solstitium, la Festa D’Autunno, il Borgusto o il Mistico Fest, ma anche di promuovere l’artigianato locale come il programma laboratoriale “FAttività” di Medioexpo a cura della dottoressa Graziella Milazzo e Katia Foti o le Tessiture di Paola Floramo. Molte attività di ristorazione hanno riaperto, altre si sono da poco formate. Imprenditori e allevatori mirano a migliorare sempre più l’offerta dei loro prodotti e ci si sta impegnando a potenziare i servizi di accoglienza turistica.

Questi insieme alle vicende di casa Aragona, rievocate ogni anno con le Feste Aragonesi di metà Agosto, agli antichi mestieri del Presepe Vivente, alle leggende che rendono Montalbano ancora più tipico, saranno gli argomenti trattati per l’occasione. Non mancheranno poi gli spazi dedicati ai prodotti locali, dalla provola sfoglia agli introvabili “biscotti a cimino”, dall’olio verdello di Braidi al pane, le nocciole e i dolci di Montalbano, quelli dedicati al dialetto, ai detti e le curiosità del posto.

Ancora una volta è indispensabile la partecipazione di tutti, giovani e adulti, poiché la realizzazione del servizio richiede la presenza di circa 15 figuranti adulti in abiti storici e 5 pastorelli viventi (maggiorenni) da inserire nelle inquadrature, nonché un gruppo folcloristico con repertorio tradizionale siciliano o dialettale per allietare scene e battute.

Il sindaco invita dunque la cittadinanza ad intervenire presso il Castello Svevo Aragonese, domenica 22 novembre 2015 a partire dalle 10,30.

Francesca Bisbano


Montalbano con Eataly ad Expo 2015: si promuove il territorio raccontando la biodiversità italiana dal punto di vista della storia, dell’arte e delle tradizioni.

Brocure Montalbano Elicona EXPO 2015Spazio in prima fila per Montalbano Elicona ad EXPO 2015, che nel padiglione EATALY dal 28 settembre al 4 ottobre, presenterà la biodiversità siciliana.

La partecipazione dei borghi all’evento rappresenta la volontà di far conoscere al mondo il fascino dell’Italia nascosta. Ben 163 comuni animeranno lo stand dedicato all’Associazione con degustazioni di eccellenze e tipicità, offerte dagli enti, Ecce Italia e il Consorzio dei Produttori dei Borghi più Belli d’Italia.

“La nostra presenza nell’area riservata ai Borghi più belli d’Italia è un importante momento di promozione di Montalbano e del territorio nebroideo. Avremo l’opportunità di presentare al meglio iniziative e manifestazioni culturali in programma, nonché mostrare ai visitatori di tutto il mondo, il patrimonio culturale, storico e paesaggistico del Borgo dei Borghi 2015”. Questo è quanto ha dichiarato il sindaco Filippo Taranto in previsione dell’avvenimento, che vede ancora una volta la Sicilia in crescita fra le maggiori destinazioni d’interesse italiano.

L’obiettivo è offrire una valida alternativa alle mete turistiche tradizionali. Si puntaMerlo sul territorio, perché è questo che determina la crescita economica e sociale locale. Di conseguenza la migliore strategia nel settore è l’azione congiunta, un intervento articolato lungo un circuito che insista su aree più grandi. Oltre il luogo o il singolo posto, ciò che va mostrato è uno spaccato dell’essere siciliano, perché ad arricchirsi sia non solo il destinatario, ma anche il produttore dell’intero sistema.
Fare turismo è raccontare sé stessi, dove e come si vive.

Questo è quanto Montalbano Elicona suggerirà in occasione dell’appuntamento continentale di fama mondiale. Così da un lato pane, vino, formaggi e altre delizie montane, narreranno ai presenti la genuinità della tradizione nebroidea, il 10 e 11 ottobre per altro protagonista dell’iniziativa promossa dall’Assessorato Regionale al Turismo come “I borghi del Gusto, Eco e slow” in viaggio tra Savoca, Novara di Sicilia, Castroreale, Montalbano Elicona, Castelmola, San Marco D’alunzio e Castiglione di Sicilia; dall’altro le nuove brocures sul Borgo dei Borghi illustreranno la storia di un pesino, che ben si integra nel travagliato passato siciliano.

Montalbano è pronto a promuovere la terra di sole, di vento e di mare, che è la Sicilia, per questo nei prossimi mesi non mancheranno eventi di grande valenza sociale. Tra tutti il Convegno regionale di Storia Millenaria del 9-10 e 11 ottobre al castello sulle risorse della Piana di Milazzo, le Architetture Rurali di Ucria, l’Argimusco, il Val Demone, i Nebrodi e le zone limitrofe, seguito dal Mistico Fest del 5,6, e 7 dicembre 2015, con i quali si continua a sostenere la politica di crescita relazionare, tra un numero sempre più consistente di comuni e province siciliane.

Ipazia88


X Edizione del Festival dei Borghi Italiani: quali prospettive per Montalbano Elicona?

L’incontro di domenica con l’assessore Li Calzi apre la riflessione, verso nuove forme d’investimento e promozione locale a lungo termine

Incontro con l'assessore Cleo Li Calzi Montalbano Elicona 2015

Affermare un’offerta di turismo relazionare rivolta a tutti i territori, che vedono crescere iniziative di ospitalità diffusa e promozione di percorsi d’integrazione del turista-visitatore, è il tema del X Festival dei Borghi italiani.

Cinque sezioni di attività, che si snoderanno in tre mesi a partire dal 3 settembre all’8 novembre 2015 nei comuni di Petralia Soprana, Gangi,Geraci, Sperlinga, Sambuca, Cefalù,Sutera, Novara di Sicilia, San Marco d’Alunzio, Montalbano Elicona, Castroreale, Castelmola, Savoca e Castiglione di Sicilia, con la partecipazione della Regione Sicilia per coordinare le proposte elaborate dal territorio, si propongono come “metodo” volto ad affermare la nuova offerta di turismo relazionale.

Il Festival annunciato durante l’incontro ufficiale con l’assessore regionale al Cleo Li Calzi spiega ad una bimba l'origine del condotto sotto la sala delle armi al castelloTurismo, Sport e Spettacolo Cleo Li Calzi domenica 30 agosto 2015 al castello svevo aragonese di Montalbano, conduce alla riflessione.
“Fin ora ci siamo fregiati di un’etichetta : “siamo ospitali” però il popolo ospitale deve organizzare una comunità che accoglie e permetta di accorciare quella distanza tra la Sicilia e L’italia” ha osservato la Li Calzi, invitando i presenti ad abbattere gli ostacoli, che si frappongono tra offerente e visitatore. Ancora è importante motivare il turista, favorirne la permanenza, perché il rapporto tra costi e qualità della vacanza, si risolva a favore di quest’ultima.

Difficoltà a parte è essenziale sviluppare il concetto di “comunità allargata”, così il paese dove i residenti hanno fatto dell’accoglienza il loro stendardo, sposa perfettamente la scelta operata dalla regione. In sinergia con il progetto di rilancio turistico dell’Isola, quella dei Borghi sarà la prima tappa di un lungo cammino, che dia nuova credibilità all’iniziative intraprese.
Si inquadra così lo stesso Mistico Fest, che incontra il plauso e l’appoggio del Governo Regionale. La rassegna multidisciplinare ispirata al sacro nelle sue diverse declinazioni : musica, cinema, teatro, letteratura e performing arts, dal 5 al 7 dicembre 2015, vuole essere lo strumento per porre in essere una serie di elementi trainanti sul piano dell’offerta locale.

Cleo Li Calzi Promuove il Mistico FestIl sistema, che per altro si autofinanzia e mira a riappropriarsi del territorio, è il migliore esempio di paterniship tra pubblico e privato. L’obiettivo infatti, emerso nel confronto con l’assessore Li Calzi, è quello di sostenere non più l’ottica del “chiedere per avere”, ma del “fare per produrre inisieme risultati a lungo termine”. Così il Mistico Fest, come l’idea di lanciare “I presepi Viventi dei Borghi Italiani” sostengono l’eccellenza siciliana. Storia, arte, tradizioni e tutto il fascino che la Sicilia, può esercitare raccontando se stessa, diventa l’investimento migliore non solo per dar voce a nuove forme di partecipazione sociale, ma anche per ispirare la creatività e incoraggiare le energie che contribuiscono al progresso materiale e spirituale della collettività.

Ipazia88


Scacchiera Vivente a Montalbano Elicona

Montalbano Elicona chiude la Settimana Aragonese, tra la soddisfazione del sindaco per i risultati ottenuti e la promessa dei cittadini a mantenere vivo l’impegno

(redazione da comunicato stampa)

Federico III ed Eleonora d’Angiò, lasciano Montalbano per la trentaseiesima Federico III di Aragona ed Eleonora d'Angiò Montalbano 2015edizione delle Feste Aragonesi. L’inaspettata partecipazione della folla e la professionalità degli organizzatori, per nulla intimoriti dalla necessità di gestire quasi 300 figuranti, hanno segnato anche quest’anno il successo della manifestazione.

Un appuntamento, quello del corteo storico, diventato ormai la seconda festa più importate dell’agosto Montalbanese, nonché fonte di attrazione per visitatori da tutta la Sicilia. Si conclude così la settimana Aragonese, tra la soddisfazione del Sindaco dott Filippo Taranto per i risultati ottenuti e la promessa dei suoi promotori a mantenere vivo l’impegno.

Botteghe Medievali Montalbano 2015Al contempo rimangono alte le prospettive per i giorni avvenire, sia grazie al favore riscontrato dalla raccolta fondi per “Montalbano mistico Fest“, che all’invito ricevuto dal primo cittadino da Ricrea Historia a Barbastro, per presentare in Europa l’esperienza delle Rievocazioni storiche montalbanesi. Dal 11 al 13 settembre infatti, il sindaco, Enzo Ruggeri coordinatore Ufficio Turismo e Cultura del comune di Montalbano Elicona e il consigliere Carmelo Mobilia, presenteranno nel comune spagnolo, l’esito di un minuzioso e sapiente lavoro alla ricerca di quel passato, che rende Montalbano sempre più partecipe sul territorio.

Si ringraziano dunque le Città di Randazzo, Enna, San Marco d’Aluzio, San Piero Compagnia Batarnù Montalbano Elicona 2015Patti e Rometta, per il supporto coreografico del corteo storico 2015; l’Associazione Agorà per i giochi medievali; l’A.M.A.L.A.C., per le animazioni nel borgo; l’Associazione MedioExpo, Katia Foti per i costumi e Graziella Milazzo per la direzione artistica ed esecutiva della Scacchiera Vivente; l’Associazione Rievocazioni Storico-Religiose di Montalbano Elicona, presieduta da Rosaria Aliberti, per l’ideazione dell’intero progetto; la Compagnia Batarnù e i Miles Trinacria, per le splendide performance con il fuoco e le armi; Cena Medievale Sicilia per le degustazioni del vino speziato; gli Sbandieratori e Musici “La Corte di Aragona”; la Scuola di Falconeria Federico II A.S.I.F. del maestro Agatino Grillo; La Compagnia di Zorac, la Compagnia Fantastica, l’Associazione Millennium e l’Associazione Culturale “La Rosa di Gerico” di San Piero Patti; Lidia Papotto ed Alice Pantano per la lettura dei Tarocchi, il mastro Acciaio Santino Pino e tutti quanti hanno sostenuto e supportato in questi giorni l’iniziativa.

Scacchiera vivente Montalbano 2015-foto di Giorgio lo GiudiceIn ultimo, ma non per importanza, si rende omaggio all’Onorevole Ardizzone, a Rocco Scimone della Soprintendenza di Messina, Antonio Purpura Assessore Regionale Beni Culturali, Mauro Scilipoti presidente del Calendimaggio di Assisi, Michele Mangione sindaco di Randazzo, il maestro Angelo Privitera, tastierista di Franco Battiato e l’Onorevole Marcello Greco Presidente Commissione Cultura Regione Siciliana. Ancora grazie alla Giunta, al Consiglio Comunale, alla troupe di Rai2, che a settembre trasmetterà la diretta della serata, a Giuseppe Pisciuneri per la presentazione degli eventi in programma; ai Personaggi della Scacchiera Vivente con il racconto popolare dei Vespri di Michele Amari; all’attrice-regista Maria Rita Simone per le sue fiabe a Santa Caterina; all’avvocato Carmelo Mobilia e alla Professoressa Parlavecchio dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo per l’organizzazione della raccolta fondi Mistico-Fest.

Ipazia88

Foto della Scacchiera di Giorgio Logiudice