Montalbano diventa Cittadina Turistica più Bella D’Italia

Montalbano Elicona

Montalbano diventa Cittadina Turistica più Bella D’Italia

Argomenti :

Categorie: Notizie varie

Nella caccia ai like e alle reactions facebook, chi vince è l’ironia di Giovinazzo

 

Montalbano Elicona è “La Cittadina Turistica più bella d’Italia”. Il concorso promosso lo scorso 27 settembre dal sito “Italia da Scoprire” che ha coinvolto circa 4 milioni di utenti su Facebook, si è concluso con la scelta di Montalbano alla città pugliese di Giovinazzo.

Dopo un’estenuante trafila di selezioni, il contest ha scatenato una lotta all’ultimo like prima con Cefalù, che nel 2015 si vide sottrarre da Montalbano il titolo di “Borgo più Bello d’Italia”, poi con l’agguerrito Giovinazzo. I tre comuni si sono sfidati senza esclusione di colpi, finchè Cefalù non è stato superato in semifinali e con 1800 voti, Montalbano ha battuto Giovinazzo in finale.

Una vittoria che non arriva senza soddisfazioni, perché ora con la Puglia potrebbe nascere il primo gemellaggio social d’Italia. Tutto grazie alla pagina facebook “Giovinazzo Ieri e Oggi” che nel trambusto creatosi prima del verdetto finale, ha lanciato un appello a Filippo Taranto, sindaco di Montalbano e Tommaso De Palma, sindaco di Giovinazzo.

Obiettivo? Spezzare la catena d’odio sorta a causa dell’invalidazione di una parte dell’ultima fase di gara. Così con un tocco di geniale ironia si è creato un l’evento “gita a Montalbano in pullman GT degli anni ’80, per scambiare like tra giovinazzesi e montalbanesi”, con tanto di tag agli amministratori locali.

Al richiamo dello scambio risponde subito il sindaco Taranto. Lo scherzo non guasta, ma in qualche modo sarebbe bello per l’amministratore del “Borgo dei Borghi 2015” creare un contatto con la comunità di Giovinazzo per condividere le bellezze dei due territori. Una storia che ci strappa ancora un sorriso con una status caricaturale del sindaco De Palma, dove gli admin di “Giovinazzo Ieri e Oggi” sottolineano come “con un pizzico di orgoglio da terroni, anche questa volta il Sud ha dimostrato di sapersela giocare con tutti, senza timori e complessi di inferiorità di sorta“.

F.B.


Feste Medievali di primavera 2017

Montalbano Elicona : Premio “ITALIVE 2016” per le Feste Medievali di Primavera

Alla prima edizione, le Feste Medievali di Montalbano Elicona si confermano miglior evento rievocativo del 2016. Lo stabilisce un riconoscimento assegnato da ITALIVE.IT, progetto promosso da Codacons, Coldiretti e Autostrade per l’Italia che informa gli automobilisti italiani su feste, sagre e quant’altro accade in ambito nazionale.

Dopo i giudizi espressi dai turisti sul portale http://www.italive.it e il parere ottenuto da una commissione di esperti, la manifestazione promossa dall’Associazione Culturale Giovan Guerino è stata apprezzata per l’originalità con cui, ha narrato la storia di uno dei personaggi più amati della tradizione popolare locale. Tra sfide, duelli, giochi e degustazioni di prodotti tipici del tempo, i visitatori sono stati catapultati nel lontano 1356 d.C., quando secondo il racconto di Fra Michele da Piazza, i cavalieri di Montalbano capeggiati da Giovan Guerino (dal francese Guerin = Guerriero), respinsero le truppe nemiche di Vinciguerra d’Aragona.

Dalla battaglia al tradimento, dalla cattura alla liberazione dell’amato condottiero, la vicenda di un uomo la cui fedeltà al Re Federico III d’Aragona non ha precedenti, ha attirato migliaia di turisti. In attesa della seconda edizione, prevista dal 2 al 4 giugno 2017, l’appuntamento con il defensor populi è anche occasione per mettere in risalto il valore dei siciliani che vogliono riscattarsi.

Ancora per Montalbano Elicona si tratta di un traguardo importante, che “dimostra come quando si parla di cultura non ci si riferisce solo al generico concetto d’arte né al puro folklore, ma a quel complesso di situazioni che fanno di un luogo, o piuttosto di un insieme di luoghi, un fenomeno turistico irripetibile”. Si è così espresso il sindaco Filippo Taranto dopo la premiazione, avvenuta il 23 marzo a Roma presso l’area Archeologica dello Stadio di Domiziano in presenza del Sottosegretario di Stato dei Beni Culturali e del Turismo.

Il primo cittadino ha poi rivolto un sentito ringraziamento all’Associazione Culturale Giovan Guerino, per la perfetta organizzazione da cui emerge la capacità di far riferimento a un insieme di valori spirituali, ideologici e materiali, che si pongono come momento centrale nelle politiche turistiche, nelle progettualità e nelle pianificazioni relative a un nuovo modello culturale di assetto del territorio.

(Redazione da Comunicato a cura di Francesca Bisbano)


50anni premio Aci e Galatea

Riflettori puntati su Montalbano Elicona per il Premio Aci e Galatea 2015

Argomenti :

Giovedì 4 settembre, l’onorevole Basilio Cataroso consegna in Piazza Duomo ad Acireale, il prezioso riconoscimento al Comune nebroideo

(redazione da comunicato stampa)

Nuovo traguardo per il Borgo più bello d’Italia 2015, premiato in occasione del 50esimo anniversario del Premio Aci e Galatea, nato per celebrare i “siciliani” che si sono distinti nelle loro specifiche attività a livello nazionale e internazionale.

Dal 1996 l’evento, conosciuto come “Il Premio di Acireale ai Siciliani” è organizzato da Salvatore Consoli e Riccardo Anastasi con il Comune di Acireale, la Provincia Regionale di Catania, la Regione Sicilia e vari sponsor privati, fra cui la NoeComunications Traning Gruop per l’edizione 2015. Nella spendida cornice barocca di Piazza Duomo, presente anche l’attore Palermitano Lando Buzzanca, protagonista di “Made in Italy” diretto da Nanni Loy e “i Vicerè” di Roberto Faenza. Tra i premiati invece oltre al Comune di Montalbano Elicona, borgo più bello d’Italia dell’anno, vi sono Fabrizio Pulvirenti medico italiano guarito dall’ebola, la pianista catanese Valeria Tonna, Mons. Giovanni Lanzafame Di Bartolo, la Dolfin s.p.a, la Nivarata di Acireale con il “Rito della Granita Siciliana” e il Concerto Musicale “G. Miraglia”, orchestra di fiati diretta dal maestro Salvo Miraglia.

“Montalbano è cambiato in bene. Da giugno l’apertura di tre ristoranti e circa dieci piccole imprese, hanno segnato lo sviluppo dell’economia locale”. Queste le parole, da cui trapela l’emozione del Sindaco dott Flippo Taranto nel riceve l’illustre riconoscimento, dall’onorevole Bartolo Cataroso. Ancora una volta il borgo montano, sale sul podio delle eccellenze siciliane e la promozione continua. Infatti, durante la serata presentata dal famoso Salvo La Rosa, sono stati lanciati alcuni filmati che illustrano la storia e l’architettura locale.

Aspro, ma ricco d’ogni bene, Montalbano Elicona sublima il suo aspetto più L'attore Lando Buzzanca in compagnia del sindaco di Montalbano dott Filippo Tarantotrionfale nella fortezza voluta da Federico III l’Aragonese e fonda la sua esistenza su un fitto e caratteristico tessuto urbano medievale, conservatosi in buona parte intatto. Silenzioso e pacifico, il comune definito “Tibet di Sicilia” per l’imponenza dei suoi megaliti a pochi chilometri dal centro, mette in mostra la bellezza di una Sicilia, attraversata trasversalmente da sacralità e mistero. Il premio Aci e Galatea, si presenta dunque non solo come ennesimo omaggio a quello straordinario patrimonio storico-artistico-culturale offerto dal borgo, ma anche ad una comunità, che fatto tesoro delle esperienze pregresse, sostiene pratiche innovative di investimento diretto sul territorio locale.

Ipazia88