“Feste Aragonesi”: si apre la trentasettesima edizione con un’altra tappa del Festival di Archeo-astronomia “Pietre&stelle 2016”

Feste aragonesi 2016

“Feste Aragonesi”: si apre la trentasettesima edizione con un’altra tappa del Festival di Archeo-astronomia “Pietre&stelle 2016”


Al castello Andrea Orlando, spiega il mistero delle pietre dell’Argimusco, mentre il professore Giuseppe Tropea parla di Cammini Francigeni


(da comunicato)

Dal 18 al 20 agosto, a Montalbano Elicona si celebra la trentasettesima edizione delle “Feste Aragonesi”. Nate per rievocare l’ingresso di Re Federico III “Il grande” in “Terram et Castrum Montis Albani”, quest’anno i tre giorni di animazione medievale nel borgo, ospiteranno la terza tappa del Festival “Pietre e Stelle 2016”.

Dopo il grande successo dell’edizione 2014 che ha visto la partecipazione straordinaria di Franco Battiato, si ritorna all’Argimusco. Non sul sito, ma nell’imponente Castello svevo aragonese Federico II, dove venerdì a partire dalle 21,00, alla conferenza su: “Argimusco e il mito dell’acqua alla Corte di Aragona” del dottor Andrea Orlando, seguirà la proiezione del docu-corto: “Argimusco: il mistero delle Pietre” di Francesco Montefuso.

Tutte le sere poi, a partire dalle 21,30, nelle piazze e gli angoli più caratteristici del centro storico, si svolgeranno duelli, spettacoli di falconeria, rievocazioni di antichi mestieri, narrazioni dei cunti dell’epica cavalleresca, scene di vita quotidiana con l’allestimento di botteghe e mercati medievali, nonché performance di giocolieri e artisti di strada. Previste anche dimostrazioni di tiro con l’arco e lancio dei coltelli a cura dell’ A.M.A.L.A.C. di Montalbano Elicona e l’allestimento della Taberna, per la degustazione di vino e cibi speziati, promossa da Cena Medievale Sicilia.

Ancora, giovedì 18 alle ore 17,00 il professore Giuseppe Tropea, parlerà al castello di “Cammini Francigeni”, mentre il tradizionale Palio dei Quartieri, si disputerà venerdì pomeriggio in Piazza Maria Santissima della Provvidenza.

Gli atleti dei nove rioni montalbanesi, dopo la vittoria domenica scorsa, di Maria Casella, per la categoria “Dame Arco Storico Foggia con finestra” del torneo nazionale LAM (Lega Arcieri Medievali), si sfideranno nel tiro alla fune, nella corsa con i sacchi e in numerose altre prove di abilità. La premiazione con consegna del palio e investitura del vincitore, sarà celebrata sabato 20 all’arrivo del Re in paese.

Francesca Bisbano

In allegato: il programma delle “Feste Aragonesi 2016”

Programma delle Feste aragonesi 2016 a Montalbano Elicona

Programma delle Feste aragonesi 2016 a Montalbano Elicona


Feste Medioevali di Primavera

Prima edizione delle “Feste Medievali di Primavera- Giovan Guerino- Defensor Populi” a Montalbano Elicona



L’evento organizzato dall’Associazione Culturale Giovan Guerino in parternariato con il Comune di Montalbano Elicona, rievoca nell’ambito della prima edizione delle “Feste Medievali di Primavera”, fatti storici del 1356 riguardanti il piccolo borgo



Tra sfide, duelli e un manipolo d’uomini pronti a sacrificarsi per il loro capitano, si apre a Montalbano Elicona il calendario d’eventi 2016.

A un anno dall’elezione, il Borgo dei Borghi 2015 propone la prima rievocazione storica medievale legata al personaggio più amato della tradizione popolare locale: Gian Guarino, defensor populi. Domenica 24 e lunedì 25 aprile 2016, infatti, tra il quartiere Livatera, corso Principe Umberto e il Castello Svevo Aragonese di Montalbano Elicona, l’Associazione Culturale Giovan Guerino presenta l’ingresso dell’esercito del Vinciguerra di Aragona, gli scontri con le milizie locali, l’assedio alla Rocca di Montalbano, la cattura e la liberazione del Guerino la notte del 22 febbraio 1356 d. C, da parte dei ribelli montalbanesi.

Non mancheranno i giochi e le prove d abilità, con l’esibizione di salto a ostacoli delle sei barriere e la “Giostra del Gian Guarino” al campo sportivo, lunedì 25 aprile. Le animazioni e gli ambienti, ricreati con la partecipazione dei Fabbri d’Arte, del gruppo Batarnù e delle Associazioni Militia Fretensis, Arceri di Enna e Cavalieri di Mineo, saranno accompagnati da degustazioni di prodotti del tempo.

Saranno presenti anche il Centro Ippico La Palma e l’Aurora Equiteam per il primo “Raduno a Cavallo Città di Montalbano”, gli Sbandieratori di Motta Sant’Anastasia, i Tamburi di Giarratana e i Cavalieri di Montalbano per il “Corteo del Gian Guarino” che dalla Chiesa dello Spirito Santo, lungo la via Giovan Guerino, attraverserà Porta Reale, via Federico II e Corso Principe Umberto per raggiungere il campo sportivo.

Con spiccato patriottismo e vogliosi di onorare i gloriosi trascorsi, l’Associazione Giovan Guerino, rilancia con orgoglio il mito di un simbolo per Montalbano e i siciliani all’epoca in cui il popolo fu veramente padrone del proprio destino.

Francesca Bisbano

Programma Feste Medievali Di Primavera Montalbano Elicona 2016