Montalbano Elicona “European Town of Sport 2018” e la rivincita dei piccoli borghi

Montalbano Elicona “European Town of Sport 2018” e la rivincita dei piccoli borghi

Montalbano Elicona è “European Town of Sport 2018”. L’annuncio, giunto lo scorso ottobre dalla Segreteria della Federazione ACES Europe, è stato ufficializzato martedì 8 novembre a Roma nella cerimonia delle benemerenze dello sport europeo alla presenza di Giovanni Malagò, presidente CONI, Antonio Decaro, presidente ANCI e Gian Francesco Lupatelli, presidente ACES Europe-MPS Italia.

Il risultato ottenuto, premia non solo l’attenzione riservata dall’amministrazione comunale alla cultura sportiva, ma anche l’impegno delle associazioni che continuano a proporre eventi agonistici d’interesse nazionale e regionale, come la Marathon dei Megaliti del 16 giugno 2016 e l’annuale Motocavalcata dell’M.G. Montalbano Enduro Team.

Tra l’entusiasmo del sindaco dottor Filippo Taranto e l’aumento dei consensi di chi segue sui social le vicende del borgo in tempo reale, non meno importante sarà sviluppare la sensibilità del territorio verso le pratiche motorie che favoriscano il benessere e lo sviluppo della salute sociale.

Lo sport migliora la vita e spesso un’escursione in natura aiuta a combattere stress, ansia e depressione quotidiana. Per questo la pratica delle attività sportive è un elemento essenziale nelle motivazioni di viaggio del turista moderno. A darne conferma sono i dati dell’Osservatorio Econstat, che riscontrano un incremento del 25% nella scelta di combinare i soggiorni tradizionali, con pratiche salutistiche a contatto con il territorio.

Così le attività di trekking, tennins, nordic walking, equitazione e cicloturismo si stanno diffondendo anche a Montalbano Elicona, dove se gli impianti sportivi non bastano, si può certamente contare sul patrimonio ambientale. Dal Bosco di Malabotta ai Megaliti dell’Argimusco, dal Fiume Elicona ai sentieri e le aree attrezzate per i campeggi, il paese si presta a soddisfare sia gli sportivi, che i visitatori in cerca di ritmi biologici più sani.

Dunque se in vista della prossima tappa a Bruxelles con la consegna della bandiera, il comune dovrà lavorare di più, gli sforzi compiuti fin’ora hanno dimostrato come anche lo sport aiuti a rendere note le realtà dei piccoli borghi dove la tipicità, è un modello di vita che vale la pena “gustare” con tutti i sensi.

(Redazione da comunicato a cura di Francesca Bisbano)


Montalbano Mistico Fest

Prima edizione Montalbano Mistico Fest

Annunciati i nomi degli artisti che dal 28 al 30 ottobre, parteciperanno al Festival artistico della sacralità

Organizzatori e Comune puntano sul turismo di qualità, con un evento che sappia coniugare arte, letteratura, musica e innovazione

dea_orante_argimusco

Inizia il conto alla rovescia per Montalbano Mistico Fest. Dal 28 al 30 ottobre il comune di Montalbano Elicona, eletto “Borgo dei Borghi 2015” ospiterà una grande rassegna artistica multidisciplinare, dedicata al sacro in tutte le sue inclinazioni.

Musica, danza, cinema, teatro e performing art, animeranno un evento che propone un salto di qualità nell’offerta turistica-culturale locale. Tra i nomi annunciati spiccano per la musica, quelli di Juri Camisasca, Rosario Di Bella e Nuclearte in concerto al castello Federico II il 29 e 30 ottobre.

Due serate dedicate alle sperimentazioni sonore contemporanee. Il 29 il duo Camisasca-Di Bella porterà in scena “Spirituality”, un lavoro che restituisce centralità alla crescita dell’individuo e in una visione panteistica di corrispondenze mistiche, ben sin armonizza con le tematiche legate alla sacralità dei luoghi del festival. Dal Borgo medievale all’Argimusco, ogni pietra, ogni angolo, ogni squarcio visivo s’inserisce in un circuito sacro che va oltre le barriere geografiche ed è animato da un’energia profonda e senza tempo. Il 30 i Nuclearte chiuderanno la manifestazione con le armonie celesti di Endo. Suoni esoterici, atmosfere spaziali e vibrazioni ad altissimo potenziale emozionale, condurranno l’ascoltatore in viaggio alla scoperta dell’armonia universale, traducendo in note l’energia natuarale di tutte le cose.

Confermata anche la partecipazione degli artisti Livio e Manfredi Arminio e del gruppo Podolika Tour.
In ultimo la sezione scientifica ospiterà l’archeoastronomo Andrea Orlando con i suoi “Itinerari del Cielo” dal sito megalitico dell’Argimusco e il paesologo Franco Armino con una conferenza su “Geografia commossa dell’Italia interna”, mentre per la sezione letteraria sono previsti incontri su temi diversi.
Dal sacro al profano ai “Gurdiani del cielo” di Maurizio Baidata, seguiranno il 29 al castello gli appuntamenti con il misticismo femminile di Santa Eustochia Smeralda Calafato, Suor Chiara Lucia e la montalbanese Ernestina Ballarino Mobilia. Juri Camisasca tornerà invece domenica 30 nella Chiesa di San Michele con un incontro spirituale su icone e suoni matrici.

Ipazia88

In allegato il programma del Montalbano Mistico Fest:

Programma del Montalbano Mistico fest


Passione montagna: scoprire il “Borgo dei Borghi 2015” in quad



Via alle prenotazioni di “Una giornata a Montalbano Elicona”, evento turistico promosso da “Welcome to me” e “Montalbano Quad”

La seconda domenica di ottobre si terrano nel piccolo comune del messinese visite guidate in paese, degustazioni di prodotti tipici, escursioni sui Nebrodi e ai Megaliti dell’Argimusco

cropped-castello-e-chiesa-di-montalbano-elicona.jpg



Tra natura, avventura e tanto divertimento, chiuderanno venerdì alle 18,00 le prenotazioni per “Una Giornata a Montalbano”. Il 9 ottobre la società messinese di servizi turistici “Welcome to me” con il gruppo “Montalbano Quad”, organizza una visita esclusiva al “Borgo dei Borghi 2015”.

Oltre la solita routine, alle ore 10,00 si partirà con i quad da piazza Maria SS della Provvidenza, per un’escursione sui Nebrodi di circa due ore. Tappa obbligatoria saranno i Megaliti dell’Argimusco e nel pomeriggio il borgo medievale e il castello. Non mancherà inoltre la possibilità di gustare le tipicità gastronomiche locali, con un pacchetto turistico che abbatte notevolmente i costi del viaggio.

Dopo le “Cinque giornate di Messina”che lo scorso 7 settembre la società aveva organizzato con l’associazione “Sicilia ai Siciliani” per ricordare la rivolta messinese del 1848, si torna nei piccoli centri abitati. A 1.200 metri d’altitudine l’Altopiano dell’Argimusco, chiamato la Stonehenge Siciliana sulla base di presunti allineamenti astronomici fra le rocce del sito, è lo scenario ideale per vivere nuove esperienze in montagna. Le visite guidate al piccolo borgo di origine trecentesca, invece, offrono la possibilità di ricostruire un tassello importante del medioevo siciliano e in particolare dalla conquista normanna all’ascesa degli Aragonesi.

Viste le reazioni degli utenti sui social, si prevede una buona partecipazione all’appuntamento che apre il ricco palinsesto di eventi autunnali, dove oltre al Mistico Fest del 29 ottobre, si lavora alla mostra documentata del Beato Fra Bartolomeo Buccheri di sabato 8 ottobre, alla giornata della Nocciola e un’altra serie di iniziative, per promuovere a 360 gradi lo sviluppo del patrimonio locale.

Francesca Bisbano

In allegato il programma dell’evento:

programma_una_giornata_a_montalbano


logo ASAS

Settima edizione del Raduno Regionale A.S.A.S. “tra arte, scienza e natura”



MONTALBANO ELICONA RICEVE IL “PREMIO INTERNAZIONALE- D.V. GULLIELMI SHAKESPEARE”, PER LA VALORIZZAZIONE DEL SUO PATRIMONIO LOCALE

Il sindaco Filippo Taranto, protagonista di un nuovo successo del “Borgo dei Borghi 2015”



Domenica 25 settembre a Montalbano Elicona in occasione del VII Raduno Poetico Regionale A.S.A.S (Associazione

Particolare Megaliti dell'Argimusco - Montalbano Elicona (foto di Stefania Spinali)

Particolare Megaliti dell’Argimusco – Montalbano Elicona (foto di Stefania Spinali)

Siciliana Arte e Scienza) – “tra arte, scienza e natura”, il sindaco Filippo Taranto riceverà honiris causa il “Premio Internazionale – D.V. Gullielmi Shakespeare”.

Sarà il professore Domenico Venuti –fondatore del Premio Artistico Letterario “Elio Vittorini”- a consegnare la prestigiosa onoreficienza al primo cittadino, per l’impegno mostrato dall’amministrazione comunale nella tutela del patrimonio culturale- ambientale locale, sempre più noto in Europa e negli altri paesi.

Nell’ultimo decennio Montalbano Elicona ha programmato una riqualificazione del centro storico, concentrando ogni sforzo nel sottrarre all’abbandono un patrimonio edilizio, rimasto in buona parte intatto. Un lungo lavoro che dà i primi frutti nel 2014, quando a Sabbioneta Città dei Gonzaga e Patrimonio dell’Unesco, arriva il primo riconoscimento con l’assegnazione del Premio “Italia E – Attestazione di una bella Storia Italiana”. Segue la svolta con l’elezione a “Borgo dei Borghi 2015” nel concorso televisivo, indetto dai Rai3 e dal Club Borghi Più Belli d’Italia. L’incredibile afflusso di turisti porta a un significativo rinnovamento umanistico.

In meno di due anni il castello è stato selezionato per ospitare importanti mostre d’arte contemporanea, quali : “Nutrirsi d’Arte-Informale ieri e oggi” dell’associazione umbra MeliscianoArte e “AnimAngelo” (ancora in corso), dove spiccano i nomi di Roberta Serenari, Luciano Navacchia e Chiara Poggi, legati a Vittorio Sgarbi. Ancora, il borgo ha suscitato l’attenzione di Ray Bondin ambasciatore U.N.E.S.C.O, così tanto da avviare la valutazione di un potenziale ingresso di Montalbano Elicona nei 9 siti siciliani già patrimonio dell’Umanità. I megaliti dell’Argimusco, invece, dopo Solstat del 21 giugno scorso con la partecipazione dell’ingegnere e saggista britannico Robert Bauval, noto per la teoria dell’allineamento tra le piramidi di Giza e la cintura di Orione, ospiteranno direttamente dagli U.S.A la scrittrice Vicki Noble per un seminario sul linguaggio antico della terra.

Il tutto si armonizza con gli obiettivi dell’A.S.A.S., che da anni punta al recupero delle tradizioni siciliane, favorendo l’incontro fra l’arte poetica-letteraria e la storia della cultura siciliana.
Durante la giornata che si concluderà con un recital poetico al castello (ore 16,30), sono previste visite gudate in paese e all’Argimusco, perchè il raduno cui aderiranno anche poeti della Calabria, contribuisca a far crescere l’attenzione verso i loughi artistici e naturalistici della Sicilia.

Francesca Bisbano


Montalbano Elicona ospite a Tgs Studio Stadio, per la partita Palermo-Verona


Sul palco di tifosi e opinionisti dal cuore rosanero, spazio anche alle bellezze storico-artistiche e paesaggistiche del “Borgo dei Borghi 2015”


(redazione da comunicato stampa)

Domenica 15 maggio 2016 in diretta dallo sporting village di Palermo, il comune di Montalbano Elicona sarà ospite di TGS Studio Stadio, canale 15 del digitale terrestre.

A partire dalle 14,30 con gli occhi di tifosi e opinionisti puntati sul Palermo-Verona, si parlerà anche del Borgo dei Borghi 2015. Dal castello Federico II, unico esempio di palazzo reale in Sicilia, alla riserva orientata del Bosco di Malabotta, area di eccezionale valore naturalistico, all’altopiano dell’Argimusco, particolare attenzione sarà riservata al patrimonio artistico-culturale e paesaggistico locale.

Senza dimenticare poi, i prodotti tipici come la provola sfoglia, superbo formaggio siciliano e i salumi di suino nero dei Nebrodi, verranno trattate le manifestazioni culturali del Presepe Vivente, le Feste Aragonesi e la MTB Prima Maratona dei Megaliti, recentemente inserite nel Calendario Regionale delle Manifestazioni di Grande Richiamo Turistico per il 2016.

“Ora come ora” sottolinea il sindaco, dottor Filippo Taranto, “è fondamentale parlare di Montalbano, che a dispetto di ogni previsione e indipendentemente dall’elezione di Sambuca di Sicilia come “Borgo più Bello d’Italia 2016″, non ha vacillato e mantenuto alta la sua reputazione. La strada finora intrapresa dimostra che, il numero delle presenze al castello è aumentato, l’Argimusco è diventato famoso in molte parti d’Europa e dalla Sicilia e la Calabria si moltiplicano gli spostamenti verso il nostro paese”.

Che dietro tal fenomeno si celi il vantaggio d’appartenere al Club dei Borghi più Belli D’Italia o a circuiti importanti come i Comuni Fioriti Italiani ; che il successo sia dovuto al lavoro di un’amministrazione aperta all’innovazione o agli eventi organizzati dalle associazioni o alle campagne promosse dai cittadini sui social-network, Montalbano guarda avanti. Tant’è vero che accanto alla proposta di un albergo diffuso nel centro storico, da parte del consorzio di cooperative sociali l’Arnia, in rete sono già apparsi i primi abbozzi di start-up alberghiere, come Domus Montalbano.

“Tutto perché”, ha ribadito il primo cittadino, “al di là di questa esperienza amministrativa, in un modo o nell’altro si abbia la certezza di riuscire a riorganizzarsi in base alle opportunità del momento e senza alienare la propria identità. Quello che in pratica è il concetto di resilienza, strategia per altro, sulla quale riteniamo di continuare a investire per il futuro”.

Francesca Bisbano


Si riaccende la magia del Natale con la XVI edizione del Presepe Vivente di Montalbano

Tra musica, canti e antichi mestieri arriva l’evento invernale più atteso da residenti e turisti.



lanapresepemontalbanoelicona

Tre magi arrivati da Oriente per adorare il “signore”, pastori e angeli in festa ritornano a Montalbano Elicona con la XVI edizione del Presepe Vivente.

Il 26, 30 dicembre 2015 e il 6 gennaio 2016, circa 300 personaggi in costume, rievocheranno la tradizione natalizia più amata di sempre, con arti e mestieri ai piedi del Borgo. Animate dalla migliori Cornamuse dei Nebrodi e dalla musica araba del gruppo Antikantus, vie e viuzze del quartiere Serro, offriranno ancora una volta uno spettacolo unico nel suo genere.

Suggestivi e modesti nel Presepe Vivente di Montalbano Elicona, gli ambienti si prestano a coniugare in modo naturale una devozione popolare fortemente consolidata in Sicilia, quale il culto e la devozione al Bambino Gesù , con le attività tradizionali che nei secoli hanno antropizzato l’isola.
Dalla Liscia ai Cannistri e Furrizzi, dalla cardatura della lana alla tipica “quassetta”, dall’intaglio del legno alla produzione di provole, ricotte e formaggi, ogni anno vengono riprodotti habitat fortemente radicati nel suo eco-sistema. Folclore e religione in una commistione di sacro e profano, delineano il contesto, dove i “lavori legati alla terra” testimoniano uno dei percorsi antropologici più densi di memoria e significato del mondo mediterraneo.

Così l’evento curato dal Comune di Montalbano Elicona in collaborazione con l’Associazione Rievocazioni Storico-cestipresepemontalbanoeliconaReligiose, vuole istruire i suoi spettatori. Scene di vita quotidiana nella Giudea di Erode, usi e costumi di una piccola Betlemme rurale documentano infatti un’importante fase della storia locale. Per questo la tradizione dei Presepi Viventi in Sicilia apre la vetrina sui prodotti e le attività artigianali di piccole realtà, che costituiscono sempre più motivo d’interesse ed attrattiva turistica.

Nello stesso periodo seguiranno “Sinestesie di Natale”, istallazioni artistiche al castello sulla Natività, di Salvatore e Ilaria Caputo in collaborazione con la profumeria Triqueta; “Nascita ed Imprinting”, proiezione delle sequenze del film “Microbirth”, promossa dal Centro Studi ArchEthos, il 4 gennaio 2016 presso la sala convegni Arnaldo da Villanova e l’esposizione del Presepe meccanico a Santa Caterina fino al 6 gennaio 2016.

F.B.

Presepe Vivente 2015 : clicca qui per seguire l’evento ufficiale su Facebook


Giuseppe Di Tommaso, inviato RAI di “La Vita In Diretta” arriva a Montalbano Elicona, per parlare di storia, turismo ed economia locale

Domenica 22 novembre 2015 la promozione TV nel Borgo più Bello d'Italia continua
Giuseppe Di Tommaso RAI Radio Televisione Italiana

“RAI Uno torna a Montalbano Elicona. A breve le telecamere de La Vita In Diretta saranno nel Borgo dei Borghi 2015”, ha annunciato sui social il sindaco dottor Filippo Taranto.
Domenica 22 novembre 2015 il comune di Montalbano si prepara a ricevere l’arrivo di Giuseppe Di Tommaso, inviato speciale RAI uno, per parlare di storia, cibo e tradizioni locali.

In programma tre interviste, che sullo sfondo della Regiae Aedes di Federico III d’Aragona, aiuteranno a capire come è cambiata negli anni l’economia del paese. Il primo cittadino, che farà gli onori di casa, svelerà ai telespettatori il successo del borgo e quali i punti forti degli investimenti futuri. Soddisfatto Taranto dichiara : “La vittoria dello scorso 6 aprile, con cui Montalbano ha ottenuto il titolo di Borgo più Bello d’Italia, continua sicuramente a dar visibilità al paese, ma ciò che lo rende speciale è come appare a residenti e turisti. Semplice e genuino Montalbano è lontano dal mondo globalizzato delle grandi capitali del turismo e con poco, chiunque vi può ritrovare lo spirito della tradizione siciliana”.

Naturalità a parte, dall’elezione le iniziative in paese si sono moltiplicate, non solo nel tentativo di destagionalizzare l’offerta ludica con eventi e manifestazioni a tema, quali il Solstitium, la Festa D’Autunno, il Borgusto o il Mistico Fest, ma anche di promuovere l’artigianato locale come il programma laboratoriale “FAttività” di Medioexpo a cura della dottoressa Graziella Milazzo e Katia Foti o le Tessiture di Paola Floramo. Molte attività di ristorazione hanno riaperto, altre si sono da poco formate. Imprenditori e allevatori mirano a migliorare sempre più l’offerta dei loro prodotti e ci si sta impegnando a potenziare i servizi di accoglienza turistica.

Questi insieme alle vicende di casa Aragona, rievocate ogni anno con le Feste Aragonesi di metà Agosto, agli antichi mestieri del Presepe Vivente, alle leggende che rendono Montalbano ancora più tipico, saranno gli argomenti trattati per l’occasione. Non mancheranno poi gli spazi dedicati ai prodotti locali, dalla provola sfoglia agli introvabili “biscotti a cimino”, dall’olio verdello di Braidi al pane, le nocciole e i dolci di Montalbano, quelli dedicati al dialetto, ai detti e le curiosità del posto.

Ancora una volta è indispensabile la partecipazione di tutti, giovani e adulti, poiché la realizzazione del servizio richiede la presenza di circa 15 figuranti adulti in abiti storici e 5 pastorelli viventi (maggiorenni) da inserire nelle inquadrature, nonché un gruppo folcloristico con repertorio tradizionale siciliano o dialettale per allietare scene e battute.

Il sindaco invita dunque la cittadinanza ad intervenire presso il Castello Svevo Aragonese, domenica 22 novembre 2015 a partire dalle 10,30.

Francesca Bisbano


Fest’Olio 2015: a Braidi seconda edizione della giornata dedicata all’olio e le olive

Nel borgo più Bello d'Italia 2015, il nuovo appuntamento novembrino continua il successo di Festa d'Autunno e Borgusto
Copertina Fest'Olio 2015 Braidi Montalbano Elicona

Prezioso per le sue virtù e ricercato fin dall’antichità come unguento per mantere morbida ed elastica la pelle, l’olio d’oliva sarà protagonista di Fest’Olio a Braidi domenica 22 novembre 2015.

Giunge alla seconda edizione l’evento dedicato al mondo agricolo, patrocinato dall’Associazione Braidinfiore e dal Comune di Montalbano Elicona. Musiche e danze con la Band Stile Italiano, accompagneranno una giornata ricca di sorprese. L’obiettivo è stupire il turista con sapori totalmente genuini, frutto di tecniche antiche e tramandate da mani sapienti di generazione in generazione.

L’olio irrinunciabile ingrediente alla base della più classica “dieta mediterranea”, haOlive ottime qualità nutritive che aiutano a ridurre il rischio di sviluppo di cellule tumorali. Delizia del palato è un ottimo antiossidante per l’alta concentrazione di vitamina E, pregio per altro che si riscontra in molti oli siciliani e in particolare nel Verdello di Braidi. Un olio particolare dal gusto deciso e speziato, nel richiamare una sensazione netta di mandorla verde, cardo ed erba fresca appena tagliata. Tipica la stessa lavorazione, dove le olive raccolte rigorosamente a mano dopo la bacchiatura, ossia lo scuotimento delle fronde degli alberi con una pertica, vengono premute a freddo per conservarne intatta l’essenza .

Il Verdello stuzzica il palato, perché è buono col pane, i legumi, i funghi o la carne. A parnzo o a cena il suo odore richiama la terra e le vicende di un popolo, che di esso nè ha fatto ricchezza. In vaggio a ritroso nel tempo vistatori e curiosi, domenica 22, potranno ripercorrere le fasi salienti della trasformazione del prodotto, con visite guitate ai frantoi dalle 11,30 alle 16,30. Alle 17,00 invece, si terrà il dibattito sull’ “Olio, le olive e gli ulivi” presso il centro Polifunzionale A. Turrisi, per illustrare proprietà e risorse di una pianta vecchia di secoli, in quanto scavi archeologici datano la sua apparizione in Sicilia al 1500 a. C.

Olio VerdelloIn programma “A pranzo con l’Olio” sul tema di bruschette aromatizzate, zuppe campagnole e treccine dolci all’olio d’oliva; piccole geometrie naturalistiche dei ragazzi di Braidinfiore e tanto divertimento. Augurandosi che il Verdello di Braidi, oltre ad attrazione turistica, possa affermarsi nel mercato del biologico regionale come offerta di garanzia e particolarità, il comune ringrazia l’Associazione Braidinfiore, gli abitanti di Braidi, sempre disitintesi per fantasia e creatività nello sfruttamento delle risorse locali e quanti continueranno a scegliere il Borgo più Bello d’Italia, come meta per il fine settimana.

Francesca Bisbano

In allegato la locandina dell’evento:

Locandina Fest'Olio 2015 Braidi Montalbano Elicona


Quarta Giunta Crocetta: Barbagallo per Li Calzi, forte il sostegno del Comune di Montalbano Elicona

Il Sindaco Taranto ringrazia l'ex-assessore, per il lavoro svolto durante il mandato

Montalbano Elicona Sicilia

Dopo quasi due giorni di attese, riflessioni, telefonate e intese, che hanno indotto il presidente Rosario Crocetta ad annunciare la nuova squadra di governo, il pensiero del sindaco dottor Filippo Taranto va all’ex assessore Turismo Sport e Spettacolo Regione Sicilia, Cleo Li Calzi.

Una collaborazione, iniziata il 21 dicembre 2014, quando la Li Calzi da poco insediatasi a Palazzo dei Normanni, contattava personalmente l’amministratore del piccolo comune. “Non conoscevo l’assessore, nè tanto meno avevo chiesto niente a nessuno. Avevo solo presentato un’istanza e quella fu l’occasone, perché lei annunciasse la collabborazione dell’Assessorato Regionale con la politica avviata sul nostro territorio. Qualcosa stava cambiando e in meglio, sicché da allora la figura di Cleo Li Calzi è diventata per me, come per altri sindaci siciliani, un punto di riferimento valido e concreto.”
Sono queste le parole con cui il dott Filippo Taranto descrive la partecipazione e il dialogo continuo, che in questi mesi hanno caratterizzato i rapporti con la Regione Sicilia.

Se oggi Montalbano è il Borgo più Bello d’Italia e continua a ricevere riconoscimenti, dal premio “Aci e Galatea” al prestigioso Swiss Tourism Awards 2015 per la 13esima edizione del Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze; se oggi il paese attira l’attenzione di visitatori e tv da tutto il mondo, da TV2000, alla Rai alla BBC e fa rete con Novara di Sicilia, Savoca, Castroreale, Castiglione, San Marco D’Alunzio e gli altri borghi siciliani, il merito è anche di Cleo Li Calzi.

Credibilità, sinergia non solo con i vari asessorati, ma prima di tutto con le piccole realtà locali, sfida e voglia di reinvestire sull’immagine dell’isola hanno segnato il lavoro della Li Calzi, che si pone come metodo e monito per il futuro. Dalle citta delle Terme al Festival dei Borghi, dalla politica dell’Albergo diffuso, con forme di accoglienza a basso impatto ambientale, ai Cammini Religiosi in Sicilia, si è puntato a ridisegnare il volto della Sicilia, darle valore proponendo il turismo come dato centrale della sua economia. Ancora dal rilancio della cultura artistico-musicale e teatrale alle nuove strategie di marketing e riorganizzazione della spesa pubblica, si è cercato di promuovere varie, diverse ed insolite mete, che a tutti i livelli e in tutti i possibili siti, rappresentano i più grandi e duraturi traguardi del contesto in cui sono inserite.

Fiducioso che il neo nominato assessore Barbagallo, segua la scia di un lavoro ben avviato, il sindaco Taranto, ringrazia ancora una volta la Dottoressa Li Calzi. Unendosi al coro di colleghi, amici e siciliani, che in queste ore sui social esprimono delusione e rammarico per la mancata conferma, il messaggio del primo cittadino è quello di continuare lungo la via intrapresa. In un modo o nell’altro l’importante è non perdere di vista il territorio, sperando così di avere la Li Calzi vicina in altre occasioni.

Francesca Bisbano


“Sicily with Aldo and Enzo” alla scoperta dei Piaceri del Mediterraneo

Lo show della BBC sceglie il Borgo più Bello d'Italia, per promuovere la cucina Siciliana

Celebrity chefNebbia o pioggia il viaggio di Aldo Zilli ed Enzo Oliveri continua. Da Palermo alle pendici dell’Etna, a Trapani fin alla Valle dell’Alcantara, la fortunata serie “Sicily with Aldo and Enzo” prodotta su UKTV Good Food, fa tappa a Montalbano Elicona.

Nella magica atmosfera del borgo più Bello d’Italia, la creatività dei due chef sposa la tradizione locale. A far da protagonisti sono inaspettati assemblaggi, che uniscono “modi di mangiare” diversi. Tra battute esilaranti e divertentissimi sketch dietro i fornelli, questa volta i tre piatti di rito prevedono “insalata di pollo con melanzane, lardo e granella di nocciole”, “pesce stocco alla ghiotta” e sfiziosi dolci a base di ricotta e fichi d’india.

Il tour culinario alla scoperta dei piaceri del Mediterraneo, ritorna con le brillanti Sicily With Aldo and Enzo Montalbano Elicona 2015ricette di Aldo ed Enzo, operanti a Londra nel settore della ristorazione da circa 20 anni. Ancora una volta lo show vuole stupire il pubblico e dalla Regiae Aedes di Federico III d’Aragona il cammino prende forma, attraverso la riscoperta dei sapori locali. L’incredibile quiete della pietra antica, la bellezza e l’immobilità del tempo, che avvolgono il paese guidano la fantasia dei protagonisti. Ogni piatto è pensato e proposto in modo originale, perché cresca l’interesse verso la Sicilia.
Aldo ed Enzo mirano così a far conoscere il ricco patrimonio gastronomico dell’isola. Ogni realtà fra quelle selezionate è speciale e può essere espressa con la cucina, per questo non v’è modo migliore per promuovere la bellezza di questa Regione.

Truope BBC con Aldo Zilli ed Enzo Oliveri a Montalbano EliconaL’idea nasce dalla passione per il cibo, che Oliveri nutre da ragazzo e lo spinge a perfezionarsi, dopo la formazione italiana, in varie parti del mondo. Il desiderio di tornare alle origini però è forte e spinge presto lo chef a coinvolgere nella bizzarra avventura il collega Aldo Zilli, celebre già per la partecipazione a The X Factor: Battle Of The Stars e Big Brother’s Little Brother. Quattro anni di duro lavoro, portano entrambi a collezionare esperienze e successi nella terra ora arida e selvaggia, ora bella e vivace, ora muta, ma affascinante tanto da meritare spazio in questa nuova edizione.

La trasmissione sarà lanciata la prossima primavera in Spagna, Francia, Scandinavia, Australia, Stati Uniti e molti altri paesi di lingua inglese. Con la speranza che il programma possa contribuire allo sviluppo turistico regionale, si ringraziano il maestro Francesco Maccora, tutti gli operatori della BBC, il Comune di Montalbano Elicona e i cittadini che hanno contribuito alla realizzazione delle riprese.

Francesca Bisbano (Ipazia88)